Tag Archives: Mare

  • -

Dove campeggiare a Massa Lubrense

Category:Blog Tags : 

di Serena Lobianco

Perché scegliere di fare campeggio a Massa Lubrense? Campeggiare è una forma di turismo alternativo che permette di muoversi liberamente tra le mete desiderate e senza dubbio è una soluzione per fare delle vacanze low cost.
Inoltre, è possibile farlo da soli, in compagnia di un partner, di amici. È da considerarsi anche come una comoda soluzione se si viaggia in famiglia, con i bambini e con animali. 
Spesso si ha l’idea che i campeggi siano spazi spartani ma non è questo il caso. Infatti, le strutture che trovate a Massa Lubrense sono ben attrezzate e attente alle necessità di ognuno.

Campeggiare a Massa Lubrense

Per campeggiare a Massa Lubrense si può accedere a tre aree: Villaggio Nettuno, Villaggio Syrenuse e Villa Lubrense. Queste strutture permettono la permanenza di roulotte e tende, ma anche della presenza di animali.

  • Il Villaggio Nettuno è situato a Marina del Cantone. Quest’ultimo è un caratteristico borgo costiero, la cui specialità gastronomica sono i rinomati spaghetti alla Nerano. Il Villaggio Nettuno ha un’area camping per tende, roulotte e camper. Si trova in una zona ombreggiata e ha una discesa privata per la spiaggia.
  • Il Villaggio Syrenuse si affaccia sulla bellissima spiaggia di Marina del Cantone e dista meno di 500 metri dalla spiaggia di Recommone. Le due spiagge hanno ricevuto entrambe la Bandiera Blu. Il villaggio offre sistemazioni in bungalow immersi nel verde e dotati di ogni comfort.
  • Villa Lubrense si trova a metà tra Massa Lubrense e Sorrento. Dispone di bungalow indipendenti, posizionati tra gli ulivi e gli agrumi del giardino. Con 10 minuti di cammino si può raggiungere la spiaggia di Puolo dalla quale si può ammirare un mare cristallino con il Vesuvio sullo sfondo.

Le diverse opzioni di campeggio a Massa Lubrense ti permettono di scegliere la soluzione più adatta alle tue necessità e, cosa più importante, tutte le strutture sono pronte ad accoglierti!


  • -

I punti panoramici di Massa Lubrense

Category:Blog Tags : 

di Serena Lobianco

Il territorio di Massa Lubrense lo si ammira anche dall’alto, ovvero, dalla cima delle montagne e dai belvedere. Le meraviglie paesaggistiche sono molteplici e sono sparse per tutto il paese. Per questo motivo, abbiamo selezionato una classifica di 5 località da cui poter ammirare alcuni dei punti panoramici di Massa Lubrense.

  • Belvedere dell’Annunziata 
    Nell’ambiente pittoresco di quello che era una volta il centro storico di Massa Lubrense, vi è il Belvedere del piccolo borgo dell’Annunziata. Il primo passo è entrare nel paese; una volta giunti alla Chiesa dell’Annunziata, vi è una breve scalinata da percorrere per arrivare al Belvedere. A quel punto, si apre subito alla vista l’intero golfo di Napoli, dall’isola di Capri al Monte Vesuvio.
  • Belvedere di Termini
    Tra i punti panoramici di Massa Lubrense, il belvedere di Termini è un punto d’incontro per gli affezionati dell’isola di Capri. Infatti, dalla piazzetta di Termini ci si gode il panorama dell’acqua cristallina interrotta dalla macchia sempreverde dell’isola di Capri. L’isola pare così vicina che sembra quasi di riuscire a toccarla. 
Punti panoramici: belvedere di Termini
  • Monastero del Deserto 
    A Sant’Agata sui due golfi si cela un punto panoramico d’eccezione. Infatti, percorrendo una piacevole camminata lungo un sentiero alberato si arriva al Monastero del Deserto, sulla cui torretta si ammira il panorama indimenticabile dei golfi di Napoli e Salerno.
  • Monte San Costanzo
    Si può giungere alla pineta di Monte San Costanzo anche in auto, oppure bisogna intraprendere un sentiero da Termini. Il quale è mediamente faticoso. Tuttavia, tale sforzo verrà ripagato dalla vista stupefacente che ci riserva il panorama, una volta arrivati alla chiesa di San Costanzo. Tra i punti panoramici di Massa Lubrense, questo è sicuramente il più suggestivo; poiché da qui il nostro sguardo non si focalizza su un’unica direzione ma ha a sua disposizione una vista a 360°. 
  • Pennino
    L’ultimo punto panoramico della nostra classifica non poteva che essere il Pennino. Dall’alto della terrazza, l’osservatore si gode la vista sullo spettacolo naturalistico che offrono il golfo di Napoli e l’isola di Capri. Nelle ore crepuscolari, l’atmosfera circostante si tinge di particolari sfumature, ciò rende l’esperienza romantica e suggestiva.
Pennino, tra i punti panoramici di Massa centro

Una volta letto l’articolo, non vi resta che visitare Massa Lubrense. In tal modo, farete personalmente esperienza delle sue mete panoramiche e scoprirete le sue molteplici località turistiche.


  • -

Tramonti mozzafiato a Massa Lubrense

Category:Blog,Viaggio Tags : 

di Angela della Ventura

Per alcuni i tramonti sono uno spettacolo della natura, che rappresentano maestosità e calma, da contemplare nella tranquillità di una passeggiata solitaria o in compagnia di un buon libro seduti in riva al mare. Per altri, invece, sono un momento romantico e dolce, da condividere con la persona amata o, perché no, da vivere con un gruppo di amici, sorseggiando un fresco cocktail.
Qui a Massa Lubrense gli scorci per ammirare questo magico gioco di luci e colori sono tanti, e in quest’articolo vedremo i più suggestivi.

I fantastici scatti che ci hanno ispirato sono una selezione dei più bei tramonti pubblicati sulla piattaforma social Instagram, da residenti e non, che hanno voluto immortalare la bellezza del nostro territorio

Una finestra del passato dalla quale si apre una spettacolare veduta sull’isola di Capri e i suoi Faraglioni. Scattata presso la località di Punta Campanella, ci offre un cielo dalle tonalità calde e molto tenui.


Colori intensi, nuvole che nascondono il sole e un belvedere a picco sul mare. Questo è il magnifico spettacolo che è possibile ammirare dal belvedere dell’Annunziata. Per chi desidera godere di un tramonto e del rumore del mare, questo è il luogo ideale, poco frequentato e poco conosciuto.


Il cielo e il mare si fondono, in uno dei tanti tramonti meravigliosi da poter ammirare dalla nostra costiera. È a Cala di Mitigliano che ogni sera, seduti sugli scogli e con i piedi bagnati dalle onde leggere, il sipario si apre per mostrare a noi spettatori questa scena dai colori sempre diversi e mai monotoni.


Nonostante il sole non si veda in questa foto, i colori del cielo ci fanno intendere che questo bellissimo panorama sia stato immortalato all’ora del tramonto. Infatti, anche durante un’escursione sarà possibile ammirare questi spettacoli della natura. Qui, in particolare, ci troviamo sulla vetta di Monte San Costanzo, con un’ottima vista su Capri.


Una panchina, il rumore del mare e un panorama di cui godere in ogni sua sfaccettatura. Siamo al belvedere di Termini, al cospetto di un cielo tinto di rosso e dell’isola di Capri in uno specchio d’acqua tranquillo. Quasi sembra di trovarsi in un dipinto: è proprio questa la maestosità della natura.


  • -

La costa di Massa Lubrense in kayak 

Category:Blog Tags : 

Di Serena Lobianco

Intervista a Luca Zuddas

Luca Zuddas è uno dei co-fondatori dell’azienda “Chasing Syrens” con la quale organizza tour per esplorare in sicurezza la costa di Massa Lubrense in kayak trasparenti.

  • Perché scegliere di fare un’escursione in kayak a Massa Lubrense?

Massa Lubrense attira molti turisti anche grazie alla bellezza delle sue coste. Per di più, quest’ultime sono comprese in un grande parco naturale, l’Area Marina Protetta Punta Campanella. La bellezza di esplorare il nostro mare sta nel poter ammirare le coste da vicino e il kayak consente di potersi accostare il più possibile ai luoghi di interesse.
Non per ultimo, guidare un kayak richiede uno sforzo al pari di un’attività fisica, un ulteriore punto a suo favore.

  • Cosa rende un’escursione in kayak lungo le coste diversa da una in barca?

Avendo lavorato con le barche per 20 anni e con le canoe da 6 anni, per quella che è la mia esperienza, ritengo che nel complesso sia tutto diverso. A partire dalla velocità, in quanto la barca consente di raggiungere una rapidità non paragonabile a quella del kayak. Ad ogni modo, la barca è più gettonata da coloro che come priorità scelgono il comfort. Mentre un’escursione in kayak è preferita da chi vuole anche fare sport. Inoltre, un’esperienza in kayak ci porta più a contatto con la natura ed è un approccio più eco-friendly nell’ottica del rispetto del mare. 

Massa Lubrense in kayak
  • A chi sono adatte le escursioni in kayak?

Decisamente a tutti. Tuttavia, ci sono alcuni fattori che bisogna tenere in conto, come ad esempio la prestanza fisica. Sebbene non richieda uno sforzo fisico ad alta intensità, è sempre meglio che la persona che si accinge a guidare la canoa sia sana e senza particolari problemi di salute.

  • Ci sono dei requisiti per poterle fare? Attrezzatura necessaria?

Per iniziare, bisogna apprendere alcune nozioni base che non richiedono che un quarto d’ora per essere comprese. Per quanto riguarda l’attrezzatura, noi diamo in dotazione dei lifejacket che sono indispensabili per le escursioni in mare aperto. Inoltre, soprattutto fuori stagione, potrebbe essere necessario indossare delle giacche a vento per proteggersi.

Massa Lubrense in kayak
  • Ci sono percorsi di diverso grado di difficoltà? Esempi?

Ce ne sono diversi e dipendono soprattutto dall’itinerario prefissato, poiché non è necessario cimentarsi in itinerari lunghissimi per godersi una bella esperienza. Tutto sommato, questa è anche la bellezza di Massa Lubrense. Perché, ad esempio, da Marina del Cantone ci sono piccoli itinerari che richiedono 15 minuti e altri più impegnativi che ne richiedono 45, come il tour alla Baia di Ieranto. L’importante è che coloro che si approcciano a questa attività siano consapevoli dello sforzo fisico necessario, poiché il kayak è privo di motore!

  • Da quale età si può cominciare?

Il giro turistico in kayak non è precluso a nessuno, concesso che vi sia raggiunta l’età minima per poter dirigere da solo il kayak.
In ogni caso, consiglio l’affidamento di una canoa con posto singolo a coloro che hanno almeno 13/14 anni, ma anche in questo caso è importante che sappiano nuotare. In secondo luogo, per quanto riguarda una canoa doppia, bisogna sempre considerare quanta forza fisica ha il partner che condivide il kayak con il bambino. Nel caso del tour alla riserva naturale della Baia di Ieranto, per esempio, riteniamo necessario che si abbiano almeno 8 anni, poiché un tratto del percorso è in mare aperto.
In alternativa, nel pomeriggio, proponiamo un tour più breve all’interno della Baia di Marina del Cantone, in modo da accontentare le famiglie che hanno bambini più piccoli.

Massa Lubrense in kayak
  • Qual è stato il tuo momento più bello passato sul kayak e dove ti trovavi?

Uno dei momenti più emozionanti è stato al secondo anno dall’avvio della mia attività con i kayak. Mi trovavo di ritorno dalla Baia di Ieranto, nell’ultimo tratto di mare aperto, assieme a una turista con la quale condivisi la canoa. In quella circostanza, a una lontananza di circa 30 metri, avvistammo un delfino che poco dopo si allontanò. Di certo non è qualcosa che accade tutti i giorni e per questo ci sentimmo fortunati, allo stesso tempo però, allo stupore iniziale si aggiunse un po’ di timore perché le dimensioni del delfino eguagliano quelle dell’imbarcazione e se si fosse avvicinato avremmo potuto correre dei rischi!

Ricapitolando, una gita in kayak vi permetterà di immergervi totalmente nel paesaggio marino di Massa Lubrense, regalandovi un’esperienza a stretto contatto con i suoi elementi. Grazie a Luca Zuddas abbiamo scoperto che si tratta di un’attività accessibile a tutti e sicura grazie all’ ausilio di specifiche precauzioni. Sei pronto a cimentarti in questa avventura?


Luca Zuddas

Istruttore di kayak e co-fondatore di Chasing Syrens, propone escursioni in kayak trasparenti a Marina del Cantone.



  • -
10 foto instagram

10 foto che ti faranno venire voglia di visitare Massa Lubrense

Category:Blog Tags : 

di Serena Lobianco

L’Italia è tra i paesi che vantano un grande patrimonio naturalistico e non stupisce il fatto che sia una delle mete più ambite dai viaggiatori. Indubbiamente, tra le meraviglie naturali figura Massa Lubrense, ricca di paesaggi costieri e collinari. Proprio per questo, abbiamo selezionato 10 foto scattate dalla comunità di Instagram che rendono giustizia a una delle più belle località italiane.

Complimenti ai fotografi, professionisti e non, che hanno ispirato la nostra selezione!

Indipendentemente dalla visuale, protagonista del Monte San Costanzo è certamente la chiesetta bianca, qui ritratta dall’alto. Dalla cima della collina si ammira un panorama a 360° della catena dei Monti Lattari e dei golfi di Napoli e Salerno che abbracciano la costa.

Dall’alto del Monte di San Costanzo ci si affaccia su Baia di Ieranto, un’incantevole insenatura rocciosa. Vista da una precisa prospettiva, la baia forma la suggestiva sagoma di un cuore.

https://www.instagram.com/p/CdIbr4iqjhF/

La Baia di Ieranto è un bene tutelato dal FAI e si raggiunge a piedi attraversando un sentiero segnalato. Partendo da Nerano, il percorso dura circa 40 minuti. In alternativa, la baia si può raggiungere direttamente dal mare, ma solo in canoa.

Una foto di Marina del Cantone ripresa dall’alto, riflette la bellezza del mare cristallino della costa lubrense. Sullo sfondo si scorge il golfo di Salerno, fino a Punta Licosa.

Nell’immagine sopra, in primo piano c’è la Torre di Montalto. Ultimata nel 1570 e posta in una posizione strategica a guardia della costa. Dalla cima della torre si ammirano la Baia di Ieranto e la Baia di Marina del Cantone.

Questo scatto ritrae la Baia di Recommone. A questa piccola spiaggia in ciottoli si arriva a piedi percorrendo un breve sentiero, con partenza da Marina del Cantone.

Nella foto precedente vi è uno scatto di Crapolla. Si tratta di un’insenatura naturale, raggiungibile scendendo 700 gradini.

Marina di Puolo si trova proprio all’inizio del comune di Massa Lubrense, venendo da Sorrento. D’estate, alcuni dei ristoranti del posto dispongono i propri tavoli direttamente sulla spiaggia regalando agli avventori un’esperienza unica.

In questa foto possiamo vedere il ponte di Marciano, affascinante perché è uno dei punti più panoramici di Massa Lubrense. In particolare, percorrendolo si può ammirare l’isola di Capri nel Golfo di Napoli.

In conclusione, in quest’ultima foto vi è parte del sentiero delle Sirenuse, un percorso di trekking tra Sant’Agata sui due golfi e Colli di Fontanelle. Viene chiamato così perché durante la camminata si possono scorgere sullo sfondo gli isolotti de Li Galli, anche chiamate anche Sirenuse.

Queste sono solo alcune delle tante località da esplorare a Massa Lubrense. Tuttavia, se sei interessato a conoscere nuove mete, ti consigliamo di consultare il nostro blog o seguire la nostra pagina Instagram per scoprirle!


  • -

  • -

Massa Lubrense | Bandiera Blu 2021

Category:Blog,Eventi,Evidenza Tags : 

Per il quattordicesimo anno consecutivo, Massa Lubrense si aggiudica la Bandiera Blu 2021.

La Bandiera Blu è il riconoscimento assegnato dalla FEE (Foundation for Environmental Education) ai comuni e alle spiagge in base a determinati criteri della qualità delle acque, dei servizi offerti e della gestione ambientale.

Sono 201 i comuni italiani premiati nel 2021, con un totale di 416 spiagge.

A Massa Lubrense, in particolare, sono state premiate le spiagge di Baia delle Sirene, Marina del Cantone, Marina di Puolo e Recommone.


  • -

Merenda Itinerante | Ricominciamo dal Miglio Blu

Category:Blog,Escursioni,Eventi,Pro Loco Tags : 

Sabato 20 giugno 2020, la ciurma delle Merende itineranti si unisce all’iniziativa di pulizia del Miglio Blu, il tratto di costa che collega la Marina della Lobra alla Riviera di San Montano.

Si parte insieme (e distanziati), alle ore 08:00, dalla Pro Loco Massa Lubrense, per raggiungere a piedi la Marina della Lobra. Si rientra invece in autonomia oppure in autobus SITA, con partenza alle ore 11:20.

Come sempre, possono partecipare tutti i bambini (accompagnati da un adulto) e raccomandiamo di munirsi di scarpe antiscivolo, cappellino e acqua. I materiali per la raccolta sono forniti da noi.

All’iniziativa, promossa dal Comune di Massa Lubrense e dalla Capitaneria di Porto, aderiscono molte associazioni locali che, a titolo di volontariato, hanno deciso di impegnarsi nella pulizia del Miglio Blu da tutto ciò che può mettere a rischio la sicurezza dei visitatori.

Info e prenotazioni:
– 081 5339021 tutti i giorni dalle 9:30 alle 13:00
– 3395711789 (anche WhatsApp)


Comunicato stampa del 18 giugno 2020:

MASSA LUBRENSE: SABATO 20 GIUGNO VOLONTARI ALL’OPERA LUNGO IL MIGLIO BLU

Il mondo del volontariato a fianco delle Istituzioni per la tutela e salvaguardia dell’ambiente.
Una formula vincente messa in campo a Massa Lubrense da Comune e Capitaneria di Porto per ridare piena e sicura fruizione pubblica ad un tratto di litorale dal fascino particolare ricco di storia e presenze archeologiche di antiche civiltà: il miglio blu.
Sabato mattina, volontari locali e provenienti dalla penisola sorrentina (Area Marina Protetta Punta Campanella, Cooperativa Marina della Lobra, Terre delle Sirene, Pro Loco Massa Lubrense, Marevivo Penisola Sorrentina, Cooperativa Sociale Alma,), prenderanno possesso del tratto di costa che da Marina della Lobra conduce a San Montano per bonificarlo da tutto quanto mette a rischio l’incolumità di turisti, villeggianti, bagnanti.
Vecchie ed arrugginite reti di sostegno del sovrastante friabile terreno e materiali vari portati dalle violente mareggiate invernali, verranno rimossi e trasportati nei siti di stoccaggio con l’ausilio di mezzi ecologici della “Terra delle Sirene”.
“Un binomio sinergico vincente con la Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia peraltro già sperimentato nel periodo critico del Covid-19, e di questo ne siamo sempre grati al Comandante Ivan Savarese, – ha spiegato il sindaco di Massa Lubrense, Lorenzo Balducelli –che si ripropone per dare, insieme alla Associazioni di Volontariato, un messaggio di amore per il territorio e tutela dell’ambiente”
“Il Miglio blu – ha aggiunto il primo cittadino lubrense – si ripropone oggi grazie alla collaborazione dei volontari. come un viaggio a ritroso nei tempi (Il Ninfeo romano del museo Georges Vallet di Piano di Sorrento apparteneva ad una sontuosa villa romana della zona) ed un luogo ideale e sicuro per una libera balneazione”.
“La collaborazione con i volontari locali edella penisola sorrentina – ha spiegato il I° maresciallo Giovanni Provenzano, comandante di Locamare Massa Lubrense “anima” del progetto di bonifica, – renderà possibile una totale “messa in sicurezza” del Miglio Blu. Ed è questo anche un modo di integrazione totale delle Istituzioni con il territorio a tutela dell’intero ecosistema.
Ringraziamo tutti i volontari per la propria insostituibile opera e gli stessi proprietari degli immobili ricadenti sull’area demaniale per la collaborazione nell’iniziativa”.

Fonte: http://www.comunemassalubrense.gov.it/index.php?page=notizia&id=3800


  • -

  • -

Bandiera Blu 2019

Category:Blog,Evidenza Tags : 

Con la Bandiera Blu la Fee, acronimo di “Foundation for Environmental Education”, premia le località turistiche balneari in Europa che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio.
Tra le 18 bandiere assegnate alla Campania, quattro sono in provincia di Napoli: oltre Sorrento, il vessillo è stato riconfermato a Massa Lubrense, Piano di Sorrento e Anacapri.

Per il 2019 la Campania, con i suoi 18 titoli che interessano la zona cilentana, la provincia di Salerno, e Napoli, si classifica al terzo posto, dopo la Liguria e la Toscana. Luoghi da sogno che vengono valorizzati, tenuti puliti e quanto più possibili incontaminati.

Bandiera Blu 2019: lista delle località premiate in Campania

Provincia di Napoli

Anacapri – Faro/Punta Carena, Gradola/Grotta Azzurra
Massa Lubrense – Baia delle Sirene, Marina del Cantone, Marina di Puolo, Recommone
Piano di Sorrento – Marina di Cassano
Sorrento – San Francesco, Marina Grande/ Riviera di Massa.

Provincia di Salerno

Positano – Spiaggia Grande, Spiaggia Arienzo, Spiaggia Fornillo
Agropoli – Spiaggia Libera Porto, Lungomare San Marco, Torre San Marco, Trentova
Ascea – Piana di Velia, Torre del Telegrafo, Marina di Ascea
Casal Velino – Dominella/Torre, Lungomare/Isola
Castellabate – Lago Tresino, Marina Piccola, Pozzillo/San Marco, Punta Inferno, Baia Ogliastro
Centola – Palinuro (Porto/Dune e Saline), Marinella
Capaccio – Licinella, Varolato/La Laura/Casina D’Amato, Torre di Paestum/Foce Acqua dei Ranci
Ispani – Ortoconte/Capitello
Montecorice – Baia Arena, Spiaggia Capitello, Spiaggia Agnone, San Nicola
Pisciotta – Ficaiola, Torraca/Gabella, Pietracciaio/Fosso della Marina/Marina Acquabianca
Pollica – Acciaroli, Pioppi
San Mauro Cilento – Mezzatorre
Sapri – San Giorgio, Cammarelle
Vibonati – Santa Maria Le Piane, Torre Villammare, Oliveto


Events Calendar

Eventi in Ottobre 2022

lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
26 Settembre 2022 27 Settembre 2022 28 Settembre 2022 29 Settembre 2022 30 Settembre 2022 1 Ottobre 2022 2 Ottobre 2022
3 Ottobre 2022 4 Ottobre 2022 5 Ottobre 2022 6 Ottobre 2022 7 Ottobre 2022 8 Ottobre 2022(1 event)

Alla scoperta dei borghi di Sant'Agata, Acquara e Pastena

9 Ottobre 2022
10 Ottobre 2022 11 Ottobre 2022 12 Ottobre 2022 13 Ottobre 2022 14 Ottobre 2022 15 Ottobre 2022(1 event)

Alla scoperta del borgo di Torca

16 Ottobre 2022
17 Ottobre 2022 18 Ottobre 2022 19 Ottobre 2022 20 Ottobre 2022 21 Ottobre 2022 22 Ottobre 2022(1 event)

Alla scoperta del centro storico di Massa

23 Ottobre 2022
24 Ottobre 2022 25 Ottobre 2022 26 Ottobre 2022 27 Ottobre 2022 28 Ottobre 2022 29 Ottobre 2022(1 event)

Alla scoperta dei borghi di S. Maria e Schiazzano

30 Ottobre 2022
31 Ottobre 2022 1 Novembre 2022 2 Novembre 2022 3 Novembre 2022 4 Novembre 2022 5 Novembre 2022 6 Novembre 2022