Artificiando: artisti locali in mostra

Artificiando: artisti locali in mostra

Dieci artisti locali espongono le proprie opere

Vi aspettiamo sabato 18 luglio alle ore 19:00, presso la sede della Pro Loco Massa Lubrense, per l’inaugurazione della mostra “Artificiando”.

Partecipano:

Antonino Cappiello

Maestro d’arte in pittura, diplomato all’accademia di belle arti di Napoli. Il legno, trasportato dalle correnti, bucato dalle teredinidi, viene sballottato dai flutti che lo percuotono e lo consumano tra gli scogli. Qui termina il suo viaggio. La mia passione per il mare e per la pittura si fondono nell’idea di riciclare questo materiale. Adattandosi di volta in volta alla forma e grandezza del legno, l’intervento pittorico è limitato al solo perimetro della figura rappresentata, usando colori ad olio che per tecnica di esecuzione permettono di ottenere le sfumature desiderate.

Pina Coccurullo

Dietro il riciclo creativo c’è l’idea di regalare nuova vita ad oggetti messi da parte, combinarli insieme e dare loro, ancora una volta, nuovo colore, creando qualcosa di completamente inaspettato.

Teresa Coccurullo

Sono flautista e musicoterapista, vivo e opero a Massa Lubrense e ancora non ho ben capito cosa farò da grande! Quando il lavoro me lo permette creo utilizzando i materiali più disparati: dalle terre alla carta, dal legno alla penna. Per me gli elementi naturali costituiscono l’unica fonte di ispirazione, amo i connubi e le contaminazioni, ma sempre nel rispetto dell’essenza.

Giusy D’Esposito

La passione per il presepe e il pastore del 700 napoletano nasce dalla mia meraviglia da bambina che si perde nelle scene presepiali a tal punto da sentire le voci dei pastori. Ho acquisito una preparazione artistica all’istituto d’arte di Sorrento e con un’ esperienza ultra ventennale nella mia bottega “La tavolozza cornici” nel centro storico di Piano di Sorrento. MI occupo di restauro, iconografia, scenografie presepiali, pastori con vestitura e ricamo cuciti rigorosamente a mano con stoffe pregiate, minuterie e accessori, ceroplastica. Dipingo, inoltre, ceri Pasquali mettendo cuore e tanta passione in tutto quello che faccio!

Rita Di Leva

Lavoro con le conchiglie e con ciò che resta impigliato nelle reti dei pescatori che ogni mattina approdano alla Marina di Puolo. Aspetto, osservo e cerco di dare nuova vita alle cose che provengono dal mare.

Rosanna Ferraiuolo

Posso definirmi artista poliedrica: pittrice naif, scrittrice di romanzi, artigiana, ecoprinter. Le mie creazioni ECOR nascono dall’amore per la Natura e dall’attenzione per l’ambiente. Tutti i capi sono cuciti a mano, con tessuti di fibre naturali ( cotone, seta, lino lana) anche riciclati. La tintura e la stampa sono realizzate con foglie, radici, bacche raccolte a km 0.

Antonino Guarracino

Rivisitando l’antica arte dell’intarsio ligneo sorrentino, creo gioielli e accessori dallo stile inconfondibile, ogni pezzo è reso unico dalla lavorazione artigianale dei legni pregiati che uso come se fossero metalli preziosi.
Gioielli e accessori naturali che guardano al futuro nel pieno rispetto di un sistema ecosostenibile.

Rosaria Maresca

Il chiacchierino è una tecnica che mi ha sempre affascinata molto, un’arte delle nostre nonne, e ciò mi ha spinta a impararla da autodidatta. Da qui nasce Mon Rêve, la realizzazione del mio sogno. Dalle semplici applicazioni sono passata a tecniche più elaborate come l’ankars, che dà un effetto tridimensionale e permette la creazione di un gioiello  unico nel suo genere, al quale vengono abbinate anche perline e pietre per dare eleganza al tutto. Non è semplice bijotteria, ma gioiello vero e proprio, poiché richiede per la sua realizzazione ore e ore di lavoro a mano.

Rosa Romano

La mia passione per i bijoux in tessitura è nata qualche anno fa. Ogni mia creazione è unica ed esprime la prova tangibile dell’amore e della dedizione che dedico ad ogni oggetto, per questo ne curo i dettagli sperimentando diverse tecniche e materiali. Lavoro le perline, che da sole assorbono e riflettono la luce e talvolta, unite ad una pietra dura o ad un cristallo, ne evidenziano la bellezza. Ogni lavoro necessita di tempo e di pazienza, ma anche di intuizioni cristalline. Mi piace realizzare qualcosa che sia bello per me e anche per chi lo guarda. Ciò che indossiamo racconta di noi.

Tony Wolfe

Ricordando i colori e i profumi dei legni respirati nella bottega di mio nonno e di mio padre, abili torniatori, lavoro piccoli pezzi di legni di recupero. Con una tecnica di artigiano e una personalità creativa, realizzo pezzi esclusivi per l’arredamento con legni nostrani, come ulivo, arancio, castagno, ciliegio, etc. Inoltre, con la tecnica del carteggio, creo ciottoli multicolori, ispirandomi a quelli che leviga il mare.


BookSophia – Festival della classicità

La terza edizione di BookSophia si terrà a Massa Lubrense, nei giorni 14, 15 e 16 novembre 2019.

Che cos’è BookSophia?  BookSophia è un format ‘student centred learning’: prevede lectio magistralis, laboratori, mostre, open spaces, nei quali si approfondisce la conoscenza del mondo antico; credendo che la memoria non sia affatto una citazione, bensì un elemento ancora vivo, ci si interroga sul mondo contemporaneo attraverso l’eredità del mondo classico.
Quale eredità? Quella del mondo antico, la ‘xenìa’, la ‘paideia’ e la ‘sophia’ dal mondo greco, la ‘lex’ dal mondo latino, il ‘libro’ dal mondo medioevale. La ‘xenìa’ è il dovere dell’ospitalità, la ‘sophia’ è il ‘saper fare’ e non la posa da intellettuale, la ‘paideia’ è l’educazione dei ragazzi, che vuol dire innanzitutto ‘educazione ad essere cittadini’; la ‘lex’ è la legge, ciò che rende l’uomo pari all’altro; il ‘libro’ è ciò che ha costruito l’Europa. Proprio quest’ultima parola l’abbiamo voluta rendere in inglese, perché il messaggio non è invitare a ritornare ad un passato che non c’è più, bensì di lasciare il passato lì dov’è, di approfondire la sua diversità, per muoversi poi da quella complessità a questa nostra, contemporanea e globale. Solo così la ‘xenìa’ diventa ‘etica della tolleranza’, la ‘paideia’ educazione all’umanità, la ‘sophia’ diventa ‘mezzo del sapere’, la ‘lex’ ‘teoresi dell’uguaglianza’, il ‘book’ ‘dialogo aperto’. 

Che cosa prevede BookSophia? Il Festival organizza in 3 giorni: Lectio Magistralis condotte da professori universitari; incontri con autori e personalità del mondo della cultura; laboratori didattici pensati per i ragazzi del primo ciclo di studi; mostre, performance artistiche, rappresentazioni di teatro classico; spazi liberi di confronto (Open Space); escursioni didattiche. Il Festival è totalmente libero: nessun biglietto da pagare. Per motivi organizzativi si chiede solo la registrazione a ciascuna session che si intende seguire.
Il primo giorno è dedicato alla radice ‘Lex’; il secondo a ‘Paideia’; il terzo a ‘Sophia’.

Perché partecipare? Perché BookSophia vuole fare cultura. Professori del mondo dell’Università e del mondo delle Scuole Superiori tengono lezioni e laboratori aperti al grande pubblico su un tema inerente la Lex, la Paidea o la Sophia. Ogni relatore crede che la Classicità non abbia ancora esaurito quello che ha da dire e che perciò, più di ogni altra cosa, si candida oggi a strumento efficacissimo per interpretare le domande della contemporaneità: dal senso della vita, al dialogo con l’Altro; dalla cittadinanza attiva, al confronto su diritti e doveri del cittadino.

Perché a Massa Lubrense? Massa Lubrense ha una storia antichissima: Terra delle Sirene, sede dell’antichissimo Athenaion di omerica memoria, tappa del Grand Tour ottocentesco; si candida ad essere il luogo più idoneo per parlare di storia e di storie: i posti, le pietre, i mestieri, le atmosfere, le stradine e le frazioni tutte favoriscono l’incontro. E BookSophia vuole fare dell’incontro il suo simbolo: perché un vero incontro è fatto di passione per la parola. Scritta o narrata. Antica o moderna. 

Dove posso trovare maggiori INFO?  Sul blog ufficiale: festivalbooksophia.blogspot.it Sulla pagina FB: BookSophia- Festival della Classicità Scrivendo a: festivalbooksophia@gmail.com

Fonte: http://festivalbooksophia.blogspot.com/p/blog-page.html


Da Massa alla Lobra – Passeggiate d’Autunno 2018

Al via le Passeggiate d’Autunno organizzate dalla Pro Loco Massa Lubrense.

Domenica 21 ottobre in tanti hanno partecipato alla passeggiata da Massa alla Lobra.

Durante la prima sosta, Pina Coccurullo ci ha aperto le porte del suo speciale laboratorio, illustrandoci come nascono le sue colorate e uniche opere artigianali.

Piacevole e gustosa anche la pausa pranzo presso il ristorante “Da Michele” a Marina della Lobra. Grazie a Enrica e a tutto lo staff per l’accoglienza.

Prossimo appuntamento domenica prossima 28 ottobre per la seconda edizione della “Camminata tra gli ulivi”. Vi aspettiamo!


Ceramica raku nella Terra delle Sirene


IL RAKU NELLA TERRA DELLE SIRENE

Corso di ceramica raku a cura di Teresa Coccurullo

Laboratorio in 5 lezioni pratiche, aperto a tutti.

Riunione esplicativa e raccolta iscrizioni:

VENERDÌ 29 GIUGNO, ORE 19
Presso la Pro Loco Massa Lubrense


I tesori archeologici di Massa Lubrense – Corso gratuito di archeologia

I tesori archeologici di Massa Lubrense

Avrà inizio giovedì 22 febbraio 2018 alle ore 18:30, presso la sede della Pro Loco Massa Lubrense, l’interessante ciclo di lezioni “I tesori archeologici di Massa Lubrense”, incontri gratuiti e aperti a tutta la cittadinanza.


I giovedì dell’archeologia

Massa Lubrense è una terra ricca di storia, miti e cultura, che nasconde straordinari tesori archeologici molto spesso sconosciuti.
I volontari del Servizio Civile Nazionale, in collaborazione con l’Archeoclub locale, ed ospiti della Pro Loco Massa Lubrense, presenteranno un ciclo di incontri gratuiti alla scoperta dei siti di maggior interesse storico-archeologico del nostro paese: dall’Athenaion di Punta Campanella al ninfeo di Villa Cutolo, dalla Necropoli del Deserto alle Ville Romane disseminate sulle nostre coste. Questi e tanti altri i temi trattati.
L’iniziativa è rivolta all’intera cittadinanza con particolare riguardo ai più giovani. Infatti, è stata proposta alle scolaresche del Comprensivo “L. Bozzaotra” in occasione dell’Openday del 22 gennaio scorso. Oltre al commento degli operatori gli incontri saranno accompagnati dalla proiezione di diapositive e dalla distribuzione di brochure esplicative.

Fonte: Pagina Facebook Archeoclub Lubrense


Radici del proprio passato – Progetto Scuola

Bellissima la terza passeggiata realizzata con i ragazzi del terzo anno dell’Istituto Polispecialistico San Paolo, sede di Massa Lubrense, nell’ambito del progetto “Radici del proprio passato”. I ragazzi, guidati da Gennaro Galano e Romina Amitrano, hanno scoperto alcune delle bellezze del comune di Sant’Agnello.

Numerose e approfondite le notizie fornite dallo storico Gennaro Galano che ha guidato i ragazzi all’interno della chiesa principale intitolata ai Santi Prisco ed Agnello e nel Museo Archeologico “Georges Vallet”.

Estremamente interessante la visita all’agrumeto storico della tenuta “Il Pizzo”. Una passeggiata attraverso pergolati tradizionali e agrumi secolari fino a raggiungere la terrazza a picco sul mare.

Un grazie speciale a Mariano Vinaccia, ai proprietari del fondo e ai due dottori agronomi Lorenzo e Andrea che hanno spiegato ai ragazzi le tecniche di coltura antiche e moderne degli agrumi.


Il retrobottega del Carnevale – Merenda itinerante

MERENDA ITINERANTE: Il RETROBOTTEGA DEL CARNEVALE

Organizzata dalla Pro Loco Massa Lubrense, con il patrocinio del comune di Massa Lubrense e in collaborazione con l’associazione “Termini… non solo Carnevale”.

Per il ciclo “Merende itineranti” oggi, complice anche il sole, un nutrito gruppo di bimbi, accompagnato dai genitori, sotto la guida preziosa di Lucia Sessa e Veronica d’ Antuono, sono andati alla scoperta di una delle più belle tradizioni del territorio Lubrense: il carnevale di Termini.

La manifestazione, giunta quest’anno alla IIIV edizione, prese spunto, negli anni ’80 da una “bravata” organizzata da “Capa Janca” che pensò di legare un Pulcinella vicino ad un trattore e di fargli fare un giro per il paese. Da allora, con amore e dedizione, tante associazioni si sono passate il “testimone” per portare avanti una tradizione che impegna tanti ragazzi per diversi mesi, che si ritrovano tutti insieme per costruire i carri allegorici che animano la frazione nei giorni del Carnevale.

Una tradizione che si tramanda dai padri ai figli e che, negli anni ha sempre stupito per l’elevato grado di bravura raggiunta in maniera totalmente autonoma.

I bimbi sono stati accolti dai responsabili dell’Associazione “Termini… non solo Carnevale” che li hanno accompagnati a visitare i carri in costruzione e li hanno resi protagonisti per un pomeriggio della loro costruzione. Hanno infatti predisposto per loro delle parti del carro da definire con la cartapesta e successivamente da colorare.

Al termine insieme a Rosalba Gragnano, con il laboratorio creativo, hanno realizzato una maschera in ricordo dei momenti trascorsi insieme.

Un grandissimo grazie, da parte di tutti noi all’ Associazione “Termini… non solo Carnevale” e a Silvio Vanacore, per la squisita disponibilità e per l’entusiasmo che sono in grado di trasmettere.


Aspettando la Befana al Torrione | 5 gennaio 2018

Il 2018 comincia a Massa centro con il recupero delle tradizioni

Aspettando la Befana al Torrione

5 gennaio 2018, ore 17:30

Località Villarca, Massa centro

Club Napoli, Pro Loco Massa Lubrense, Ass. Il Battito, Ass. Il Dardo, hanno deciso e stanno lavorando alacremente per il ritorno “in grande stile” della tradizionale Befana al Torrione.

Una vera e propria equipe di tecnici dell’Ass. ImmaginAria Spettacoli consentirà a Viola Russo, specializzata in acrobazie aeree, la discesa della Befana direttamente dal Torrione.

La “dolce vecchina” oltre a incantare grandi e piccini con le sue evoluzioni, distribuirà caramelle e piccoli doni ai bimbi intervenuti.

La serata proseguirà con Michele e Isabella, dell’Ass. Arteteca che “guideranno” una delle ultime tombolate di queste festività natalizie, con premi messi a disposizione dai commercianti di Massa Lubrense e con piatti tipici della tradizione.

“Ci scusiamo per il poco preavviso – dichiarano i responsabili delle Associazioni promotrici dell’evento – ma confrontandoci fra noi forte era l’impulso di riprendere una festa che era cominciata nel centro storico di Massa e l’entusiasmo che abbiamo riscontrato tra gli sponsor e i commercianti ci ha definitivamente convinto a questa sorta di “corsa contro il tempo”. Oltre agli sponsor e ai commercianti, ringraziamo la Tenenza della Guardia di finanza e l’A.M.P. Punta Campanella che subito si sono resi disponibili alle nostre richieste”.


Alternanza scuola-lavoro A.S. 2016

Dopo la collaborazione dello scorso anno, che ha portato alla realizzazione della brochure “Massa Lubrense-Il paradiso e’ qui”, anche quest’ anno, con Prot n 2124 del 25/05/2016, torna la convenzione di alternanza scuola-lavoro tra l’ Istituto Polispecialistico S. Paolo e la Pro Loco Massa Lubrense.
Dodici stagisti della classe III della succursale di Massa si alterneranno,nel mese di Giugno, al desk a loro dedicato nella sede di Viale Filangieri per cimentarsi nell’ attivita‘ di front-office e partecipare fattivamente alle attivita’ dell’ Associazione.

MASSA LUBRENSE PRO LOCO SCUOLA
Quest’ anno,oltre alle consuete attivita’, verranno attivati,grazie alla sinergia con Enti, Istituzioni e Associazioni presenti sul territorio, due nuovi percorsi.
Il primo iniziera’ quest’ estate e ci auguriamo possa proseguire all’ interno del prossimo a/s, e consentira’ agli alunni di analizzare al meglio la sentieristica massese, con approfondimenti di esperti su individuazione,mappatura ed orientamento di numerosi tracciati.
Il secondo percorso,che ha avuto inizio oggi pomeriggio, consentira’ ai ragazzi, grazie alle consorelle del SS. Rosario, al consigliere Pietro di Prisco e alle magistrali spiegazioni del Prof Domenico Palumbo,vice Presidente Archeoclub, di sviluppare le nozioni ricevute sul Conservatorio e su Ignazio Chiaiese per la produzione di una brochure in lingua italiana ed inglese. Questo lavoro vedra’ poi i tirocinanti impegnati durante i giorni della festivita’ dei SS. Pietro e Paolo nell’ attivita’ di “guide” all’ interno degli spazi messi a disposizione dal Conservatorio.
La realizzazione del tirocinio non comporta obblighi finanziari, ma consente ai ragazzi una formazione professionale e culturale e,nello specifico, consentira’ loro di essere parte integrante nell’ accoglienza turistica, consolidando cosi le conoscenze teoriche con la pratica utile ad una comunicazione di successo delle tematiche turistiche e culturali.
O,per meglio dire, prendendo in prestito le parole del Prof Palumbo:” Siate i custodi del territorio e delle bellezze in esso racchiuso, affinche’ un domani possiate tramandare ad altri cio’ che oggi apprendete”.

CHIAJESE - Maioliche SS Rosario Monticchio Massa Lubrense

 


Events Calendar

Agosto 2020
lunedìmartedìmercoledìgiovedìvenerdìsabatodomenica
27 Luglio 202028 Luglio 202029 Luglio 202030 Luglio 202031 Luglio 20201 Agosto 20202 Agosto 2020
3 Agosto 20204 Agosto 20205 Agosto 20206 Agosto 20207 Agosto 20208 Agosto 20209 Agosto 2020
10 Agosto 202011 Agosto 202012 Agosto 202013 Agosto 202014 Agosto 202015 Agosto 202016 Agosto 2020
17 Agosto 202018 Agosto 202019 Agosto 202020 Agosto 202021 Agosto 202022 Agosto 202023 Agosto 2020
24 Agosto 202025 Agosto 202026 Agosto 202027 Agosto 202028 Agosto 202029 Agosto 202030 Agosto 2020
31 Agosto 20201 Settembre 20202 Settembre 20203 Settembre 20204 Settembre 20205 Settembre 20206 Settembre 2020