BookSophia – Festival della classicità

BookSophia – Festival della classicità

La terza edizione di BookSophia si terrà a Massa Lubrense, nei giorni 14, 15 e 16 novembre 2019.

Che cos’è BookSophia?  BookSophia è un format ‘student centred learning’: prevede lectio magistralis, laboratori, mostre, open spaces, nei quali si approfondisce la conoscenza del mondo antico; credendo che la memoria non sia affatto una citazione, bensì un elemento ancora vivo, ci si interroga sul mondo contemporaneo attraverso l’eredità del mondo classico.
Quale eredità? Quella del mondo antico, la ‘xenìa’, la ‘paideia’ e la ‘sophia’ dal mondo greco, la ‘lex’ dal mondo latino, il ‘libro’ dal mondo medioevale. La ‘xenìa’ è il dovere dell’ospitalità, la ‘sophia’ è il ‘saper fare’ e non la posa da intellettuale, la ‘paideia’ è l’educazione dei ragazzi, che vuol dire innanzitutto ‘educazione ad essere cittadini’; la ‘lex’ è la legge, ciò che rende l’uomo pari all’altro; il ‘libro’ è ciò che ha costruito l’Europa. Proprio quest’ultima parola l’abbiamo voluta rendere in inglese, perché il messaggio non è invitare a ritornare ad un passato che non c’è più, bensì di lasciare il passato lì dov’è, di approfondire la sua diversità, per muoversi poi da quella complessità a questa nostra, contemporanea e globale. Solo così la ‘xenìa’ diventa ‘etica della tolleranza’, la ‘paideia’ educazione all’umanità, la ‘sophia’ diventa ‘mezzo del sapere’, la ‘lex’ ‘teoresi dell’uguaglianza’, il ‘book’ ‘dialogo aperto’. 

Che cosa prevede BookSophia? Il Festival organizza in 3 giorni: Lectio Magistralis condotte da professori universitari; incontri con autori e personalità del mondo della cultura; laboratori didattici pensati per i ragazzi del primo ciclo di studi; mostre, performance artistiche, rappresentazioni di teatro classico; spazi liberi di confronto (Open Space); escursioni didattiche. Il Festival è totalmente libero: nessun biglietto da pagare. Per motivi organizzativi si chiede solo la registrazione a ciascuna session che si intende seguire.
Il primo giorno è dedicato alla radice ‘Lex’; il secondo a ‘Paideia’; il terzo a ‘Sophia’.

Perché partecipare? Perché BookSophia vuole fare cultura. Professori del mondo dell’Università e del mondo delle Scuole Superiori tengono lezioni e laboratori aperti al grande pubblico su un tema inerente la Lex, la Paidea o la Sophia. Ogni relatore crede che la Classicità non abbia ancora esaurito quello che ha da dire e che perciò, più di ogni altra cosa, si candida oggi a strumento efficacissimo per interpretare le domande della contemporaneità: dal senso della vita, al dialogo con l’Altro; dalla cittadinanza attiva, al confronto su diritti e doveri del cittadino.

Perché a Massa Lubrense? Massa Lubrense ha una storia antichissima: Terra delle Sirene, sede dell’antichissimo Athenaion di omerica memoria, tappa del Grand Tour ottocentesco; si candida ad essere il luogo più idoneo per parlare di storia e di storie: i posti, le pietre, i mestieri, le atmosfere, le stradine e le frazioni tutte favoriscono l’incontro. E BookSophia vuole fare dell’incontro il suo simbolo: perché un vero incontro è fatto di passione per la parola. Scritta o narrata. Antica o moderna. 

Dove posso trovare maggiori INFO?  Sul blog ufficiale: festivalbooksophia.blogspot.it Sulla pagina FB: BookSophia- Festival della Classicità Scrivendo a: festivalbooksophia@gmail.com

Fonte: http://festivalbooksophia.blogspot.com/p/blog-page.html


Turismo Religioso | Progetto Scuola

Continua la fortunata collaborazione tra la Pro Loco Massa Lubrense e la sede di Massa Lubrense dell’Istituto Polispecialistico San Paolo.

I ragazzi coinvolti nel progetto proseguiranno il percorso, iniziato tre anni fa, alla scoperta del proprio territorio.

Il progetto, quest’anno, ha come tema il turismo religioso e prevede incontri in aula e uscite sul territorio per conoscere meglio il nostro piccolo/grande patrimonio storico religioso.


Concluso Un Mare per Esplorare | Progetto Scuola

Si è concluso ieri il ciclo di lezioni dedicato alla classe IV dell’Istituto Polispecialistico San Paolo dei Colli di Fontanelle.

Il progetto è realizzato grazie alla collaborazione tra Area Marina Protetta, Capitaneria di Porto, Project M.A.R.E. e Pro Loco Massa Lubrense.

Gli studenti hanno avuto, grazie alla presenza dei volontari dell’Erasmus, la possibilità di conoscere l’area marina, le biodiversità in essa presenti e le strategie messe in atto per la tutela di un tratto di mare unico nel suo genere.

Nell’ultimo appuntamento, i ragazzi dei Colli di Fontanelle hanno avuto la possibilità di spiegare alla scolaresca del turistico di Massa le nozioni apprese in italiano e in lingua inglese.


Un Mare per Esplorare | Progetto Scuola

UN MARE PER ESPLORARE è un progetto che vede la collaborazione tra Pro Loco Massa Lubrense, A.M.P. Punta Campanella, Project MARE e Capitaneria di Porto.

Quest’anno Un Mare per Esplorare si è presentato nelle scuole in una nuova veste. Destinatari i ragazzi della classe quarta dell’Istituto Polispecialistico San Paolo dei Colli di Fontanelle, che, grazie a un progetto di Alternanza Scuola-Lavoro, beneficeranno di 30 ore di full immersion per approfondire i temi di biodiversità e di tutela del mare. Ma, soprattutto, avranno la possibilità di farlo in lingua inglese, grazie alla presenza dei volontari ProJect MARE che ogni anno sono ospiti dell’A.M.P. Punta Campanella da marzo fino a dicembre.

Il programma di alternanza prevede lezioni in aula e tre uscite didattiche sul territorio di Massa Lubrense.

Stamattina i ragazzi, accompagnati dai docenti, hanno raggiunto il borgo di Marina della Lobra e hanno praticato diverse attività, dalla raccolta dei rifiuti alla misurazione della temperatura e della salinità del mare all’esplorazione del tratto di costa in kajak. Il tutto, rigorosamente in English!


Radici del proprio passato – Progetto Scuola

Bellissima la terza passeggiata realizzata con i ragazzi del terzo anno dell’Istituto Polispecialistico San Paolo, sede di Massa Lubrense, nell’ambito del progetto “Radici del proprio passato”. I ragazzi, guidati da Gennaro Galano e Romina Amitrano, hanno scoperto alcune delle bellezze del comune di Sant’Agnello.

Numerose e approfondite le notizie fornite dallo storico Gennaro Galano che ha guidato i ragazzi all’interno della chiesa principale intitolata ai Santi Prisco ed Agnello e nel Museo Archeologico “Georges Vallet”.

Estremamente interessante la visita all’agrumeto storico della tenuta “Il Pizzo”. Una passeggiata attraverso pergolati tradizionali e agrumi secolari fino a raggiungere la terrazza a picco sul mare.

Un grazie speciale a Mariano Vinaccia, ai proprietari del fondo e ai due dottori agronomi Lorenzo e Andrea che hanno spiegato ai ragazzi le tecniche di coltura antiche e moderne degli agrumi.


I ragazzi e il mare – Nozioni base di navigazione

PRO LOCO – ISTITUTO SAN PAOLO – CAPITANERIA DI PORTO

È terminato quest’oggi il ciclo di lezioni “I ragazzi e il mare”.

Il corso fa parte del protocollo d’intesa di alternanza scuola-lavoro stipulato tra l’Istituto Polispecialistico San Paolo e la Pro Loco Massa Lubrense e che ha, tra l’altro, portato la Capitaneria di Porto di Massa Lubrense all’interno della classe IV per parlare ai ragazzi della sicurezza in mare e per dar loro nozioni base di navigazione.

Il tutto nell’ottica di ampliare le scelte formative e di mostrare le eventuali opportunità lavorative che un settore come quello della nautica da diporto, recentemente oggetto di nuove normative, può offrire all’interno della Penisola Sorrentina.

I ragazzi, durante le lezioni tenute dal 1° M.llo Np Gennaro Spinelli, hanno preso dimestichezza con la carta nautica, la rotta e la navigazione.

Grande soddisfazione ha espresso anche la Preside, Prof.ssa Paola Cuomo, che è intervenuta personalmente per ringraziare la Capitaneria a nome della scuola tutta sia per la validità intrinseca del progetto, sia per l’elevato impatto etico dovuto alla vicinanza tra le forze dell’ordine e i ragazzi; auspicando che tale corso possa ripetersi anche nel successivo anno scolastico.


Dai muschilli di Giancarlo Siani ai colombiani di Gotham City: incontro-dibattito

“DAI MUSCHILLI DI GIANCARLO SIANI AI COLOMBIANI DI GOTHAM CITY”

L’incontro-dibattito, che si è tenuto stamattina alla Sala delle Sirene, rientra nel protocollo di alternanza scuola lavoro stipulato tra l’Istituto San Paolo e la Pro Loco Massa Lubrense.
Quella di stamattina è stata sicuramente una giornata atipica per i ragazzi frequentanti la sede del “turistico” di Massa, ma che, ci auguriamo, abbia fornito loro i giusti spunti di riflessione per un argomento molto spinoso e delicato: il fenomeno della delinquenza minorile con tutto il carico di efferatezza e violenza brutale che si porta dietro.
Dopo il saluto dell’ Assessore alla cultura Sergio Fiorentino ha preso la parola, e il totale interesse dei ragazzi il Tenente della Guardia di finanza di Massa, Leonardo Cuneo, che ha spiegato loro come spesso le fiction televisive capovolgano il senso di ” bene e male” con il rischio di creare falsi miti da seguire. Ha inoltre spiegato il lavoro delle forze dell’ordine sull’intero territorio e ha posto l’accento sulla filiera del “mercato della contrattazione” come ultimo anello di una filiera che affonda le sue radici nella criminalità organizzata.
Ha poi preso la parola Simone Di Meo, giornalista di cronaca giudiziaria, scrittore di numerosi libri sulla camorra e sul terrorismo islamico ed autore di “Gotham City- viaggio nella camorra dei bambini” , vincitore tra l’altro del Premio Elsa Morante 2017.
Simone vive e lavora a Napoli e collabora con Il Giornale, Panorama, Il Sole 24 Ore. I suoi lavori, siano essi articoli o libri sono il frutto di accurate indagini ed analisi giudiziarie; tant’è che nel 2013 la Corte di Appello di Napoli condanna Roberto Sdi aver copiato degli articoli di DI Meo nella stesura del best seller Gomorra, e, appena un mese fa anche la Procura di Torre Annunziata lo assolve per aver raccontato “anzitempo” la conversione all’Islam
della combattente dell’isis Maria Giulia Sergio.
Insomma, una vita in prima linea. E proprio la completa padronanza dell’ argomento ha permesso ai ragazzi intervenuti di conoscere meglio il complesso mondo della delinquenza minorile, senza troppi fronzoli ma con un taglio a volte crudo che è servito a far comprendere meglio come lo studio, la conoscenza, gli interessi ed i “passatempi” sani siano il giusto antidoto a queste condotte.
Presenze importanti sono state anche quelle del Comandante della Capitaneria Spinelli, del Maresciallo dei carabinieri Sammartano, che si è reso disponibile anche per ulteriori appuntamenti, e del moderatore, il giornalista Gaetano Milone.

 


Pro Loco Massa Lubrense e I.P. San Paolo

PRO LOCO E ISTITUTO SAN PAOLO
Anche quest’anno la collaborazione tra la pro loco è l’Istituto Polispecialistico San Paolo ha portato alla creazione di nuovi progetti che, ci auguriamo, possano interessare i ragazzi che frequentano la sede di Massa Lubrense e che gli diano il giusto e necessario spunto per approfondimenti utili per la vita lavorativa che li attende.
Dalla metà di Novembre due progetti stanno interessando le classi III e IV.
I ragazzi della classe IV, grazie alla disponibilità del Comandante della capitaneria di porto di Castellammare, Guglielmo Cassone, stanno imparando, sotto l’eccellente guida del Comandante Locamare Massa, Gennaro Spinelli, i rudimenti necessari al conseguimento della patente nautica.
Per i ragazzi si tratta di un percorso”naturale”, un cammino che avevano intrapreso lo scorso anno con Romina Amitrano e Deborah di Bello, con le quali avevano studiato la cartografia terrestre. Quest’anno, invece, impareranno a redigere le carte nautiche, sia per approfondire la conoscenza della risorsa mare, bene prezioso del territorio Lubrense, ma anche per valutarne futuri sbocchi lavorativi.
La classe III è invece protagonista del progetto ” Le radici del proprio passato” tenuto da Romina Amitrano e Gennaro Galano. Questa iniziativa è volta a spiegare ai ragazzi la Penisola Sorrentina come un unicum, in cui le diversità territoriali, anziché affievolire, possono ulteriormente rafforzare, turisticamente parlando, il brand Sorrento Coast.
Attraverso lezioni frontali ed uscite sul territorio i ragazzi conosceranno la storia e le tradizioni dei cinque comuni che compongono la Penisola Sorrentina.
I ragazzi sono stati ammaliati dalle straordinarie e puntuali descrizioni di Gennaro che, insieme a Romina li hanno guidati alla scoperta di Sorrento, facendo visitare, tra l’altro, la Chiesa di SS. Felice e Baccolo, la Cattedrale, le mura di Parsano.
Al termine delle lezioni i ragazzi, sotto la guida dei tutor, redigeranno una brochure di promozione turistica, firmata San Paolo e Pro Loco che servirà a raccontare le meraviglie dell’intera Penisola.
Tutti i corsi fanno parte del protocollo di intesa per l’alternanza scuola lavoro e godono del patrocinio del Comune di Massa Lubrense Assessorato al Turismo.


Fumetto “Massa Lubrense. Che storia è questa?!” – Secondo volume

Presentazione del secondo volume del fumetto “Massa Lubrense. Che storia è questa?! – Dal Medioevo all’indipendenza massese”

Mercoledì 7 giugno2017 alle 18 presso la Sala Consiliare del Comune di Massa Lubrense


“Massa Lubrense. Che storia è questa?!” nasce dall’idea della Pro Loco di Massa Lubrense, e che ha trovato la piena adesione da parte della locale sezione di Archeoclub d’Italia e dell’Associazione La Fenice, di dare un contributo divulgativo al territorio lubrense che fosse di facile lettura e di ampio respiro.

La scelta di legare un argomento ostico, come può essere la storia, alla presenza di disegni, lo rende facilmente avvicinabile sia dai ragazzi che da chi è attratto dalla capacità di sintesi espresse dalle rappresentazioni grafiche.

Spesso e volentieri i libri storici, soprattutto quelli inerenti la storia locale, sono privi, del tutto o quasi, di immagini che possano rendere l’idea dell’ atmosfera dell’epoca. Succede così che gli eventi, passando sotto forma di parole, non si inculchino nella mente, come invece accade con l’ausilio delle immagini. Come in quest’opera!

Gli episodi che compongono la nostra storia patria sono, grazie alla “penna” magistrale del Prof. Domenico Palumbo e alla bravura grafica di Bemarking, stralciati e lanciati come pezzi di un puzzle che, magicamente, compongono le personalità, le motivazioni, le contaminazioni  e le forze che muovono l’ intera evoluzione. Una vicenda, un personaggio fissano alla perfezione un periodo con gli usi me costumi di quell’epoca specifica.

Stà al lettore recuperare dalla memoria quei passaggi chiave che hanno determinato l’unicità del luogo in cui viviamo. Ed è proprio questo lo spirito principe di tutta l’opera: far fiorire in noi tutti la “curiosità” che è il vero motore della conoscenza.

A condurci “per mano” attraverso le mille peripezie che hanno connotato il nostro territorio sono sempre il mulo Faticò, che incarna alla perfezione vizi e virtù di una visione “materiale” sulla vita e il merlo “Merlounpò” che cerca in ogni modo di ricordare all’amico che la vita è fatta anche e soprattutto di ricerca e conoscenza che sono alla base di una vita non ricca ma “piena”.

A. Teresa Pappalardo – Pro Loco Massa Lubrense

Stefano Ruocco – Archeoclub D’Italia

Domenico Palumbo e Franco Simioli – Ass. Massa Lubrense La Fenice


Carta e fantasia: lezioni di découpage Pro Loco – Patto con la Città

Ha avuto inizio martedì 21 marzo il laboratorio gratuito rivolto ai bambini frequentanti le materne di Massa Lubrense.

Le lezioni, tenute dalla Pro Loco Massa Lubrense e dal Comitato Patto con la Città, con il patrocinio del Comune di Massa Lubrense, si svolgeranno dal 21 marzo al 12 aprile e coinvolgeranno, in orario scolastico, quasi 400 bambini dell’ I.C. Bozzaotra e dell’ I.C. Pulcarelli-Pastena.

L’idea di proporre un laboratorio ludico-didattico è nata essenzialmente con l’intenzione di soddisfare il bisogno di creatività insito in quella particolare fascia d’età.

Questo tipo di attività, oltre a procurare un immediato piacere di tipo senso-motorio, offre un importante risvolto simbolico, ovvero il sentirsi protagonista nel modellare la realtà esterna, e avvia alla consapevolezza che ogni propria azione lascia un’impronta che è espressione di sé.

Nelle due lezioni a loro dedicate i bambini costruiranno, con l’aiuto di Cira Ascione, Rosalba Gragnano, Veronica D’Antuono, Federica Orsi e Marcella Gargiulo un simpatico lavoretto da portare a casa nelle festività della Santa Pasqua. Vuole esser questo un augurio affinchè la vita riservi sempre a questi piccoli  ma grandi  “doni del Signore” momenti di felicità inattesi.


Events Calendar

Giugno 2020
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
1 Giugno 2020 2 Giugno 2020 3 Giugno 2020 4 Giugno 2020 5 Giugno 2020 6 Giugno 2020 7 Giugno 2020
8 Giugno 2020 9 Giugno 2020 10 Giugno 2020 11 Giugno 2020 12 Giugno 2020 13 Giugno 2020 14 Giugno 2020
15 Giugno 2020 16 Giugno 2020 17 Giugno 2020 18 Giugno 2020 19 Giugno 2020 20 Giugno 2020 21 Giugno 2020
22 Giugno 2020 23 Giugno 2020 24 Giugno 2020 25 Giugno 2020 26 Giugno 2020 27 Giugno 2020 28 Giugno 2020
29 Giugno 2020 30 Giugno 2020 1 Luglio 2020 2 Luglio 2020 3 Luglio 2020 4 Luglio 2020 5 Luglio 2020