Tag Archives: Local Products

  • -
Olive da olio Massa Lubrense

5 days in Massa Lubrense: every day a different adventure

Category:Blog,Travel Tags : 

di Angela della Ventura

Per chi ha bisogno di staccare dalla routine quotidiana, ma anche per coloro che cercano avventura e panorami mozzafiato, Massa Lubrense è il luogo ideale, grazie alle sue spiagge dall’acqua cristallina e i percorsi di trekking. Di seguito, un itinerario per trascorrere 5 giorni in questo piccolo angolo di paradiso e tranquillità.

Giorno 1: Massa centro e dintorni

5 giorni a Massa Lubrense - Giorno 1

Massa Lubrense centro

Arrivati a Massa Lubrense, il modo migliore per poter iniziare la vacanza è partire con l’esplorare il centro. Si parte da Largo Vescovado, piazza principale della città e sede del Municipio. Al suo estremo è possibile affacciarsi da Belvedere del Pennino, che offre una suggestiva vista panoramica su Ischia e Capri. A pochi metri da qui troviamo “Il Cerriglio”, ex palazzo De Martino e antica casa gentilizia, che presenta un caratteristico viale di pilastri in tufo e busti marmorei, in fondo al quale c’è un bellissimo ninfeo. Proseguendo per via Palma incontriamo “Il Quartiere”, ex collegio gesuita del 1600, e accanto ad esso “Il Torrione”, architettura militare di inizio XVII secolo.

Marina della Lobra

Dopo aver esplorato il centro della città, ci si può spostare a Marina della Lobra, antico borgo marinaro sovrastato dalla chiesa da cui prende il nome. È raggiungibile a piedi in 15 minuti, imboccando via Colombo. Il centro abitato è caratterizzato da case variopinte, ancora abitate perlopiù da pescatori, e si sviluppa intorno a una gradinata che porta fino al mare. In realtà non ci sono vere e proprie spiagge, ma è possibile bagnarsi dalla scogliera o usare il solarium di via Chiaia. Inoltre, sono presenti molti ristoranti e bar, con vista sul mare. Il porto è dominato da Torre Toledo, appartenente al gruppo delle torri di avvistamento saracene costruite dagli Aragonesi lungo la costa.

Monte San Costanzo

Altro luogo da visitare è Monte San Costanzo, la collina più alta di Massa Lubrense, raggiungibile facilmente dalla frazione di Termini. Le cime sono due:
– a sinistra è possibile ammirare la chiesetta di San Costanzo, chiusa quasi sempre, tranne che il 14 maggio quando viene portata in processione la statua del santo dalla piazza di Termini alla chiesetta per la Santa Messa.
– a destra, invece, è presente una stazione radio per il controllo del traffico aereo.
Tra le due cime vi è una pineta, ottima zona d’ombra per chi giunge a piedi e parcheggio per chi, invece, arriva in auto o moto. Il panorama è sublime, e comprende tutto il golfo di Napoli.

Marina del Cantone

Ancora, per le sue spiagge di ciottoli e l’acqua limpida, tappa fondamentale è Marina del Cantone. Qui è possibile godersi un bagno in tranquillità, sia in lidi privati che in spiagge libere. Sull’estremità orientale della spiaggia, da visitare è la chiesetta di S. Antonio da Padova, costruita nel 1646. Anche a Marina del Cantone ristoranti e bar non mancano e qui è possibile gustare i piatti tipici della cucina campana. Dalla spiaggia, percorrendo un sentiero panoramico di circa un chilometro, si arriva alla spiaggia di Recommone, un luogo paradisiaco.

Sant’Agata sui Due Golfi

Ultima sosta per il primo giorno di viaggio è la località di Sant’Agata sui Due Golfi, che prende il nome dalla sua posizione, tra il golfo di Napoli e quello di Salerno. La sua fama, come località turistica, è diffusa fin dall’Ottocento grazie soprattutto alla posizione panoramica, ma anche al clima mite e all’aria salubre. Da visitare qui è la chiesa di Santa Maria delle Grazie, costruita nel 1745, a croce latina e con un altare seicentesco. Oltre questo, custodisce la statua di Sant’Agata e molti dipinti del XVI secolo, anche recentemente restaurati. Altro edificio spettacolare è il Monastero del Deserto, il più panoramico della penisola sorrentina e costruito dai Carmelitani scalzi nel 1679.

Giorno 2: trekking lungo il sentiero di Athena

5 giorni a Massa Lubrense - Giorno 2

Un’attività perfetta per il territorio di Massa Lubrense è il trekking.
Il sentiero di Athena attraversa un’area di grande importanza storica: dall’aspetto selvaggio, offre panorami mozzafiato. Da piazza Croce, a Termini, si prende via Campanella e dopo 200 metri, al bivio, si prosegue a destra per via Minerva, mulattiera greco-romana. Attraversando il versante nord, la vegetazione si dirada e si intravede Capri, che appare così vicina, che sembra di poterla toccare. Proseguendo si iniziano a vedere la torre e il faro di Punta Campanella. Giunti a Punta Campanella si va avanti verso Monte San Costanzo, seguendo il segnavia bianco-rosso del C.A.I. (Club Alpino Italiano), che indica l’Alta Via dei Monti Lattari. Dopo aver attraversato il versante sud, la vista si apre sulla Baia di Ieranto e in seguito si giunge alla pineta di Monte San Costanzo.
Per tornare indietro c’è un sentiero breve, ma ripido e sconnesso, è quindi consigliabile ritornare per la strada principale.

Giorno 3: giornata in spiaggia e visita in agriturismo

5 giorni a Massa Lubrense - Giorno 3

Una giornata in spiaggia per rilassarsi è l’ideale dopo una passata ad avventurarsi per i sentieri. Abbiamo visto che una delle spiagge più belle è quella di Recommone, piccola e riservata, ma altrettanto magica e tranquilla. Da raggiungere a piedi o in barca, è situata tra Marina del Cantone e il fiordo di Crapolla ed è lunga 65 metri. Le sue acque sono limpide e la spiaggia è perlopiù formata da ciottoli chiari e piccoli. Questa piccola insenatura, a livello del mare, presenta cavità di cui la più grande è la Grotta di Recommone, anche chiamata “dei Pescatori”, perché anticamente offriva una zona d’ombra in cui poter ancorare.
Dopo la giornata in spiaggia è possibile cenare in uno degli agriturismi del luogo, con alcuni dei piatti tipici come gli spaghetti alla Nerano, i ravioli alla caprese e il pesce spada alla brace.

Giorno 4: giro in barca all’isola di Capri

5 giorni a Massa Lubrense - Giorno 4

Per rendere il soggiorno indimenticabile il consiglio è di trascorrere una giornata in barca. L’isola di Capri è protagonista nei panorami da Massa Lubrense ed è così vicina da poterci arrivare facilmente con un’escursione giornaliera.
Lungo la prima parte del percorso in barca è possibile apprezzare la costa della Penisola Sorrentina, interamente tutelata dall’Area Marina Protetta Punta Campanella. Prima di fermarsi al porto e sbarcare sull’isola di Capri, è d’obbligo fare un giro della sua costa: si potranno ammirare i famosi Faraglioni, le affascinanti grotte, le spiagge nascoste. Giunti al porto, la funicolare conduce direttamente alla Piazzetta, cuore dell’isola da cui partire in esplorazione.

Giorno 5: visita agli scavi archeologici di Pompei ed Ercolano

5 giorni a Massa Lubrense - Giorno 5

Per concludere l’itinerario di 5 giorni, è possibile fare una visita agli scavi archeologici di Pompei ed Ercolano, tra i loro edifici e ritrovamenti più rappresentativi. Partendo da Massa Lubrense, è possibile giungere a Pompei in auto, oppure con autobus e treno Circumvesuviana Sorrento-Napoli. Si consiglia di iniziare la visita al mattino presto, per evitare la calca e la calura. Ci sono diversi itinerari di diversa durata, dalle due fino alle sette ore. Dopo aver visitato Pompei, ci si può recare ad Ercolano, dove, oltre alle classiche visite degli scavi archeologici, è possibile visitare anche il MAV (Museo Archeologico Virtuale).

Questi sono soltanto alcuni dei luoghi da esplorare, ma perfetti per poter godere al meglio del nostro mare, della nostra terra e anche dei luoghi limitrofi. Se non dovessero bastare questi 5 giorni per visitare tutto ciò che è stato nominato, vi aspetteremo per una seconda visita, che sarà sempre unica e irripetibile.


  • -
Melanzane al cioccolato

Eating gluten-free in Massa Lubrense

Category:Food Tags : 

di Ilaria Panaro

Se per la maggior parte delle persone le vacanze sono tanto attese e desiderate, per i celiaci questo periodo può rivelarsi di forte stress. Se decidete di visitare Massa Lubrense, non dovrete preoccuparvi di questo: mangiare senza glutine a Massa Lubrense è possibile! Vi daremo alcuni consigli per rendere il vostro soggiorno lubrense ancora più rilassante, sicuri di non incorrere nel glutine.

Consigli per i celiaci in viaggio

Quando un celiaco viaggia, è sempre consigliato seguire alcuni suggerimenti:

  • Prima di partire, è consigliabile informarvi se la struttura dove alloggerete abbia una cucina adatta ai celiaci; un’altra opzione per soggiorni più lunghi potrebbe essere un appartamento in cui potrete cucinare autonomamente.
  • Informatevi se sul mezzo su cui viaggiate dispongano di menù senza glutine e prenotate il vostro pasto in anticipo. È bene ricordarlo anche una volta partiti.
  • Prenotate in anticipo al ristorante, così che abbiano il tempo di organizzarsi per provvedere alla vostra dieta.
  • Pur restando attenti, non vi private di scoprire nuovi sapori. Ci sono molti alimenti privi di glutine, soprattutto a Massa Lubrense, che aspettano solo di essere scoperti!

Gluten Free a Massa Lubrense

Per i celiaci che scelgono di viaggiare a Massa Lubrense, mangiare senza glutine non è un problema; possono essere sicuri del fatto che il territorio offre loro dei prodotti adatti alle loro esigenze alimentari. Molti dei prodotti tipici lubrensi, infatti, sono naturalmente privi di glutine. Possiamo citare le mele di Sant’Agata, le noci, i pomodori e i limoni di Sorrento. Anche il Provolone del Monaco può essere mangiato, poiché non rientra tra i formaggi a rischio; è bene invece controllare i formaggi in fette, spalmabili e lo yogurt. Durante la sagra della zucchina e della melanzana, ma non solo, possono essere consumati alimenti a base di queste due verdure che non contengono glutine, tra cui le ottime melanzane al cioccolato.

Melanzane al cioccolato

Come fare, invece, per i primi piatti e i dolci, che molto spesso contengono farine e glutine? Non vi preoccupate, perché ci sono locali che propongono prodotti per celiaci, come il panificio Gargiulo Gluten Free. Grazie a esso potrete gustare anche piatti tipici come i ravioli, la lasagna, gli gnocchi alla sorrentina e spaghetti alla Nerano.

Spaghetti alla Nerano senza glutine
Spaghetti alla Nerano

Sicuramente a Massa Lubrense vi verrà voglia di assaggiare la pizza. Anche questo non è un problema, troverete sicuramente pizzerie o fornai che propongono pizza senza glutine di tutti i gusti, l’importante è prenotare in anticipo.

Pizza senza glutine a Massa Lubrense
Pizza senza glutine

Anche i dolci per i celiaci a Massa Lubrense non sono un miraggio. Il territorio offre pasticcerie che producono varianti senza glutine. Potrete mangiare crostate di tutti i tipi, la famosa delizia al limone, la torta di mele e tanto altro!

Per i celiaci mangiare senza glutine a Massa Lubrense non è impossibile, anzi, diventa un vero piacere. Tutto questo è solo una parte delle scelte che essi hanno a disposizione, l’importante è informarsi prima di partire.


  • -
Products of Massa Lubrense

Flavors to bring home: tasty souvenirs

Category:Blog Tags : 

di Angela della Ventura

Cosa c’è di meglio, dopo aver trascorso qualche giorno in questo luogo immerso nella natura, che portare via con sé i sapori tipici della sua terra? Dal limoncello artigianale ai prodotti caseari, vediamo le prelibatezze che, attraverso i cinque sensi, riescono a riportarci per qualche istante a Massa Lubrense, anche se solo con la mente.

Il Limoncello

Limoni per il limoncello sapori di Massa Lubrense

Quello di Massa Lubrense è uno dei più rinomati al mondo. I limoni per la sua produzione prendono il nome di ”femminiello” e sono differenti da quelli dell’intera costiera, per la loro particolare scorza, più sottile ed aromatica; a questi è, inoltre, dedicata una sagra che si svolge in paese nel mese di luglio. Il limoncello si ottiene dalla macerazione in alcol etilico, al circa 90% di gradazione, delle scorze di questi pregiati agrumi. Si serve, di solito, dopo i pasti, per le sue alte proprietà digestive e per il suo sapore dolce.
Insomma, un ottimo prodotto da regalare ai nostri cari, come souvenir, o da tenere per noi per ricordare il magnifico soggiorno.

Il provolone del Monaco DOP

Provolone del Monaco sapori di Massa Lubrense

Qui a Massa Lubrense è uno dei prodotti caseari più richiesti, per la particolarità della sua forma e dei sapori che sprigiona. È un formaggio a pasta filata, ricavato principalmente dal latte delle mucche di Agerola. Si ottiene riscaldando il latte, fino ad ottenere una cagliata che sia più cotta rispetto a quella del classico Caciocavallo. Il suo processo di stagionatura è lungo e lento, della durata di 6 mesi o più, e senza l’aggiunta di conservanti e fermenti. La forma, come detto, è particolare, di melone o pera con un gusto aromatico e piccante.
Il suo nome, inoltre, deriva dal mantello che i pastori indossavano per proteggersi dal freddo durante i viaggi di trasporto del prodotto da Vico Equense alla città metropolitana di Napoli.
Nel 2010 ha ottenuto la Denominazione di Origine Protetta a livello europeo.

L’olio

Olio sapori di Massa Lubrense

Prodotto molto amato ed esclusivo nel suo sapore è l’olio di Massa Lubrense. Si ottiene dalla frangitura delle olive da olio coltivate qui, che prendono il nome di Minucciolo o Cecinella, la cui raccolta avviene tra ottobre e novembre. Si predilige questo tipo perché e molto resistente al freddo invernale e alla siccità. Queste vengono lavorate nel frantoio integrale a ciclo continuo ed il prodotto finale assume un colore verde con riflessi dorati. Il suo sapore è particolare perchè acerbo e con sentore e retrogusto di carciofi e ginestre.
Portando con voi questo prodotto potrete arricchire i vostri piatti con questi sapori unici.

Il vino

La vite per la sua produzione viene allevata ad un’altezza media di 4 metri, con sistema a pergola o spalliera alta. Le tipologie più conosciute sono quello bianco e rosso frizzante.
Quello bianco è caratterizzato da un colore paglierino più o meno intenso e da un profumo delicato e gradevole. I vitigni impiegati per la sua realizzazione sono: Falanghina al 40%, Biancolella o Greco al 20% e altri vini per il restante 20%.
Invece il rosso frizzante è di un rosso rubino, vivace ed evanescente e dal profumo intenso e fruttato. I vitigni impiegati sono: Piedirosso al 40%, Olivella o Agliani al 20% e altri vini per il restante 20%.
Sarano ottimi per arricchire pranzi e cene, che i piatti siano a base di mare o di terra.

Conserva di mele limoncelle

Mele limoncelle

È una marmellata che si ottiene dalle mele di Sant’Agata sui due Golfi, varietà ormai difficile da trovare, anche se nell’Ottocento era uno dei principali mezzi di sostentamento per il paese. Ha una caratteristica forma ellittica, con la buccia sottile e lentigginosa dal colore giallo e a volte rosso. La sua polpa è molto profumata, e dal sapore leggero ed un po’ aspro di limone: quando la mela è ben matura la polpa assume un colore bianco. Viene raccolta tra settembre ed ottobre e si conserva a lungo.
Una crostata di mele realizzata con questa confettura renderà questo dolce, comune e quasi banale, unico e dai sapori frizzanti.


  • -

Ready for the Lemon Festival 2022

Category:Blog,Events,Excursions,Festivals,Food Tags : 

Walkings, tastings and shows to celebrate one of the symbols of local gastronomy.

In Massa Lubrense we are preparing to host the lemon festival “Limoni in festa”, two days of good cuisine and traditions promoted by the association Pro Loco Massa Lubrense with the patronage and the city’s contribution: the appointment is for Saturday 9th and Sunday 10th of July, in Largo Vescovado. Now in its 46th edition, the event returns after two years of stop imposed by the pandemic.

Limoni in Festa 2022

The traditional “agropasseggiata” will open the program, on July 9 at 9 am. It is a walk on paths and alleys of the old town, among olive and lemon groves. In the evening, at 6:30 pm, the town center will come alive with the opening of the stands of crafts and typical products and the lemon tasting itinerary.

There will be shows: on Saturday at 9 pm the actor Gino Rivieccio will propose to the public his show ‘Da cosa nasce cosa’, while on Sunday at 9 pm the musical group ‘La Maschera’ will perform in the concert  ‘Sotto chi tene core’. “We couldn’t wait to organize our festival again – observes Anna Teresa Pappalardo, president of Pro Loco Massa Lubrense – I thank all those working for its realization with renewed enthusiasm, waiting to be all together in the square”. 

“The festival returns after two years of stop – emphasizes Antonino Esposito, managing director Agriculture of Massa Lubrense – with the aim of enhancing an extraordinary product such as the lemon of Massa Lubrense, the ‘femminiello’: oval, with a juicy straw-yellow pulp, a concentrate of vitamin C and mineral salts, with a skin rich in essential oils.”

The lemon festival is part of the frame of ‘Omaggio alla bellezza’, the cycle of summer events promoted by the city administration of Massa Lubrense: “With this review – concludes Giovanna Staiano, Councillor for Tourism Massa Lubrense – we have given rise to several initiatives for tourists and residents, which lead to the discovery and enhancement of our extraordinary land.”

For more information: Limoni in Festa 2022 – Massa Lubrense (massalubrenseturismo.it)


  • -
Spaghetti alla Nerano, primo piatto tipico del luogo.

Culinary traditions: Spaghetti alla Nerano

Category:Blog,Featured Tags : 

written by Claudia Fontana

Marina del Cantone, in Massa Lubrense, is famous for the spaghetti with fried zucchini which, since the beginning of the twentieth century, has taken the name of spaghetti alla Nerano.

The sauce is prepared with fried zucchini, basil and a mix of grated cheeses. As for the cheeses, the grandmothers used what they had at home, pecorino but above all parmesan or dry caciotta. The best restaurants in the area, on the other hand, often use Provolone del Monaco, a typical cheese of the Sorrento coast. This is a raw milk PDO cheese, containing at least 20% of Agerolese breeds milk and aged for six months or more. Furthermore, the creaminess of the dish is given by the fresh provolone curd which melts in contact with the cooking water of the pasta.

The famous pasta of Gragnano is used for this main course, especially the spaghettoni, but there are also versions with scialatielli or mezze maniche. This type of pasta is obtained by mixing wheat semolina with water from the Gragnano aquifer. It is then dried at a temperature between 40 and 80 degrees, for a period of six to sixty hours, obtaining those characteristics that make it special. It is necessary to use a good quality of pasta for a better result of the recipe, so that the starche released during cooking helps the formation of the sauce.

The zucchini, of course, are also important in the success of this dish, but you can use zucchini of different quality as long as they are organic and fried in extra virgin olive oil. The final touch, off the heat, requires the cooking water to mix the flavors and melt the cheeses. We are now going to give the recipe so that anyone can appreciate the flavor of the spaghetti alla Nerano even at home.

Recipe of the spaghetti alla Nerano

Doses for 4 people:

  • 400 g of spaghetti
  • 700 g of fresh zucchini
  • 80 g of grated Provolone del Monaco
  • 80 g of grated Parmigiano Reggiano
  • 40 g of grated Pecorino Romano
  • Fresh basil
  • 350 ml extra virgin olive oil + 150 ml peanut oil (for frying)
  • A clove of garlic
  • Salt and black pepper

First of all wash and dry the zucchini, slicing them into pieces about 2mm thick. Then fry them in the oil mixture at 180 degrees, until they are golden; drain the zucchini with a slotted spoon and lay them on a plate with absorbent paper or paper for fried foods. Salt, wash and dry the basil and place it on the freshly cooked zucchini. 

Cook the pasta in plenty of salted water. Meanwhile, in a large aluminum pan, fry a clove of garlic over medium heat in a generous round of extra virgin olive oil. When it is just golden, remove the garlic and add the fried zucchini to the pan; letting them sizzle over a very low flame. 

Then drain the spaghetti al dente and reserve their water, add them to the pan and finish cooking by gradually adding about two cups of cooking water. A few seconds before removing it from the heat add the basil and black pepper. After that, pour the pasta and zucchini into another pan and quickly add the cheeses, stirring constantly and adjusting the density of the cream with more cooking water if necessary. Enjoy your meal!


  • -
Sagra del Limone Massa Lubrense - 2018 limoncello

10 souvenirs from Massa Lubrense

Category:Blog Tags : 

Se la tua destinazione è Massa Lubrense e ti stai chiedendo quali sono i souvenir più originali o i prodotti gastronomici tipici che potresti acquistare qui, abbiamo stilato per te un elenco da cui potrai prendere spunto. Continua la lettura se sei alla ricerca del souvenir perfetto.

1. Ceramiche

Il souvenir perfetto è quello realizzato da mani di artigiani esperti, i quali sapranno stupirti con realizzazioni originali di ceramiche ispirate sia dalla tradizione che da innovazioni tecniche e stilistiche. La bellezza della porcellana viene esaltata da colorazioni esuberanti ma si trovano anche creazioni più sobrie e minimaliste. Accontenta tutti i gusti e ti assicura un figurone. 

2. Provolone del Monaco

Il Provolone del Monaco si ottiene da una lunga stagionatura del latte, esclusivamente crudo, delle mucche agerolesi che pascolano liberamente nei Monti Lattari. La sua forma è simile a quella di un melone allungato e il suo peso varia da tre a otto chilogrammi. La stagionatura lunga, di circa 7/8 mesi, conferisce al formaggio una pasta tendente al giallo. Per apprezzare ulteriormente il provolone, di solito, viene servito assieme a della frutta di stagione o, ancor meglio, si può gustare con della confettura.

3. Sandali handmade

Esplorando Massa Lubrense, ci si può imbattere in calzolai che in pochi minuti realizzano per te dei sandali su misura. Si può scegliere il materiale, i colori e le eventuali decorazioni che rendono l’esperienza del cliente divertente e creativa. Una volta terminato il lavoro dell’artigiano, sarai entusiasta di sfoggiare i tuoi nuovi sandali. Quindi, perché non regalarne un paio come souvenir?!

4. Quadri e quadretti

Solitamente visitando luoghi così caratteristici, possiamo trovare nei negozi di souvenir dei dipinti realizzati da artisti del posto. Questi imprimono su tela piccoli scorci di stradine caratteristiche o una vista sul mare davvero suggestiva. Ogni opera è unica e racchiude in sé particolari che altre non hanno. Scova tra le botteghe i quadri più incantevoli e porta con te un ricordo impresso sulla tela.

5. Souvenir a tema limone

L’Unione Europea ha riconosciuto l’unicità del “Limone di Sorrento”, anche conosciuto con il nome di “Limone di Massa”, conferendogli il marchio IGP. Dal limone si possono ricavare le idee regalo più fantasiose. Tra queste si potrebbe optare per l’acquisto del famoso limoncello, della particolare confettura di limoni, del sapone al limone 100% biologico oppure di oggetti artigianali decorati a tema.

6.  Liquore alle noci di Sorrento

Sono molto popolari le noci sorrentine, conosciute anche al di fuori dell’Italia, grazie al loro sapore leggero e la consistenza tenera e croccante. Pertanto, un souvenir gradito agli amanti di liquori, oltre al più conosciuto limoncello, è proprio quello prodotto con le noci fresche sorrentine, conosciuto come “nocino” o “nocillo”. Di norma, il liquore viene servito dopo i pasti come digestivo e può essere accompagnato da dolcetti.

7. Olio d’oliva

Tra i prodotti tipici, Massa Lubrense offre anche una produzione raffinata di olio d’oliva, al quale è stato assegnato il marchio DOP. L’olio d’oliva è un prodotto tipico della cultura italiana. Una piccola bottiglietta potrebbe rappresentare il regalo ideale per coloro che apprezzano la cucina mediterranea.

8. Libro di ricette locali

Quando si viaggia, non sempre si ha il tempo di sperimentare tutto ciò che la cucina del luogo ha da offrire. Acquistare un libro di ricette locali potrebbe essere il modo più semplice per portare a casa parte della propria esperienza culinaria e ciò che non si è potuto assaggiare per replicarlo da sé.

9. Mobilio creato con la tecnica dell’intarsio

La tecnica dell’intarsio è un’arte interamente nata nel territorio sorrentino, poi diffusasi in tutta Italia. La procedura prevede di decorare la superficie dei mobili con legno, madreperla e altri materiali. L’artigiano impegna tutta la sua ingegnosità per rendere i mobili dei veri tesori d’arredo che donano un tocco di originalità alla propria abitazione.

10. Calamita da frigo

Ed infine, non può mancare, dopo un viaggio alla scoperta di una nuova località, la tipica calamita da attaccare al frigo. Spesso ci si imbatte in botteghe o negozi di souvenir e una delle prime cose che si possono notare sono le pareti con sopra attaccate calamite di ogni forma, soggetto e colore. Selezionare le più belle è una scelta ardua ma non può che coronare il proprio viaggio.

Parte dell’esperienza di viaggio consiste nella ricerca e scoperta di ciò che il territorio ha da offrire. Come avrai potuto notare, Massa Lubrense rappresenta la meta turistica ideale per coloro che adorano immergersi nella natura, tra panorami mozzafiato, scorci caratteristici e tramonti sul mare. Non per ultimo, offre ai suoi visitatori una vasta scelta di prodotti tipici del luogo per poter apprezzare appieno la permanenza in questa località.


  • -

5 unmissable dishes of local cuisine

Category:Blog,Featured,Food Tags : 

di Miriam Russo

Uno dei punti di maggiore forza del territorio è sicuramente la cucina, che, con la sua grande varietà di prodotti, è in grado di rispondere a tutti i gusti e palati, regalando un’esperienza unica e irripetibile.
Di seguito, 5 piatti imperdibili della cucina locale, che vi consigliamo di assaggiare e gustare in particolar modo dopo esservi dedicati all’esplorazione che gli intensi paesaggi di Massa Lubrense offrono.

Zeppoline di alghe
L’antipasto ideale per iniziare a conoscere la gustosa cucina locale sono le zeppoline di alghe: si tratta di frittelle di “pasta cresciuta (denominazione tipica napoletana che indica la pasta lievitata) a cui vengono aggiunte le alghe di mare. Il connubio dona un caratteristico ed unico profumo di mare. La loro semplicità le rende adatte a qualsiasi occasione e gusto personale.

Uno dei 5 piatti imperdibili della cucina locale: spaghetti alla Nerano

Spaghetti alla Nerano
Classico della cucina napoletana, nonché primo piatto che prende il nome dall’omonima frazione di Massa Lubrense, gli spaghetti alla Nerano sono quasi un simbolo del territorio locale. Sono fatti con zucchine, prima fritte e poi unite al basilico, e provolone, con varianti che prevedono anche l’utilizzo del burro e della caciotta. Anche questo un piatto semplice, ma squisito.


Ravioli alla caprese
Come alternativa, un altro validissimo primo piatto sono i ravioli alla caprese. Il trio di basilico, mozzarella filante e pomodori rende questa pietanza completa e saporita. Con la sua semplicità, ma allo stesso tempo bontà, permetterà di portare in tavola sapore e tradizione, conquistando anche i palati più difficili.

Piatti imperdibili: pesce spada alla brace, condito con sale, olio, limone e foglie d'alloro

Pesce spada alla brace
Il quarto dei nostri 5 imperdibili della cucina locale è il pesce spada alla brace. Questo secondo piatto è tra i più prelibati della tradizione. Il pesce spada ha un gusto intenso e piacevole al palato, gusto che viene esaltato dalla marinatura all’olio d’oliva, succo di limone, aglio e prezzemolo. La cottura alla griglia, poi, risalta ancor di più odori e sapori di questa ricetta semplice, ma deliziosa. Sicuramente tra i piatti più consigliati.


Piatti imperdibili: monoporzione di delizia al limone

Delizia al limone
Per concludere il pranzo ideale all’insegna del buon gusto e della tradizione, immancabile è la delizia al limone. Si tratta di un dolce delicato, caratteristica dovuta alla crema di limoncello, ma allo stesso tempo deciso, tratto distintivo dei limoni che la compongono. Questi ultimi permettono di rinfrescare, ripulire e gustare contemporaneamente. Il tutto unito a del soffice pan di Spagna, che crea le fondamenta del dolce perfetto.


Tutto questo è solo un assaggio di ciò che la terra e la cucina di Massa Lubrense hanno da offrire, un ipotetico menù per conoscere meglio i suoi prodotti e, allo stesso tempo, le sue radici. L’incontro perfetto tra bontà e storia che chiunque dovrebbe avere il piacere di scoprire.


  • -
Sagra del Limone Massa Lubrense - 2018 limoncello

Festivals: an opportunity to get to know the area

Category:Blog,Featured,Festivals Tags : 

written by Claudia Fontana

Festivals are popular local celebrations that generally arise from a religious festivity, often to commemorate a saint. They are generally animated by music, fun activities and excellent cuisine. In Massa Lubrense there are several festivals throughout the year: here you can taste the best products of our land.

Zucchini Festival

It takes place on the second Sunday of July in the village of Acquara to celebrate the patron saint St. Vito. The day of St. Vito is actually celebrated on June 15th, but it is customary to carry out the festival in July. The most important moment is certainly the procession that passes through the whole village. Among the delicious foods that you can eat, there are many zucchini-based dishes such as the famous parmigiana and spaghetti alla Nerano.

Lemon Festival

Among the most famous festivals in the area there is certainly the lemon festival. It is held in July and is dedicated to one of the typical products of our land: lemon. You can taste various dishes and lemon-based specialties such as sorbet and risotto and you can also try the famous limoncello.

Snail Festival

Also very famous is the snail festival held on June 29th in Monticchio. The festival takes place on the occasion of the feast of St. Peter. There is, at first, a long procession followed by the Massa Lubrense music band. Then during the festival, in addition to pleasant musical performances and various activities for the youngest, you can taste the delicious snails.

Potato Festival

It takes place in the village of Termini to celebrate San Costanzo. It is held in July and usually lasts for a weekend. The main product is the potato, which is the basis of all dishes, from the starter to the dessert. Among the specialties are croquette, potato ravioli and Neapolitan staples.

Tomato festival

It takes place on the first Sunday of August in the village of Torca to celebrate the patron saint, St. Anna. As for the zucchini festival, also in this case the feast of the saint is actually on a different day, that is, July 26th. The tomato can be tasted in many traditional and non-traditional recipes, all accompanied by music and fun.

Fiordilatte Festival

On the occasion of the patronal feast of St. Salvatore, on August 6th, the Fiordilatte Festival is held in the village of Schiazzano. Fiordilatte is one of the typical cheeses of Massa Lubrense but you can also taste the famous provolone del monaco and a great variety of local dairy products.

Eggplant Festival

The festival is held on August 15th in the village of Marina della Lobra to celebrate the feast of the Madonna dell’Assunta. For the religious anniversary, a procession takes place by sea to the rock of Vervece. Afterwards, in the evening, you can enjoy various eggplant-based dishes, including the famous chocolate eggplants.


  • -

Schiazzano: discovering the Provolone del Monaco

Category:Blog,Featured Tags : 

written by Claudia Fontana

Schiazzano is a small hamlet of Massa Lubrense and is one of the major production sites of Provolone del Monaco. The village, which has always been related to maritime trade, was in the past among the richest villages of Massa Lubrense. Today the inhabitants of Schiazzano continue to base their main activity on trade, agricultural activities and the production of typical products of the area.

The main center of the village is the church of SS. Salvatore, patron saint of Schiazzano. Built at the end of the sixteenth century on the remains of a fifteenth-century church, it was completed around 1624, as indicated by the date on the pediment of the entrance. The church represents the meeting center of the inhabitants of Schiazzano. Many of the restaurants and bars of the area overlook the square in front of the church.

Schiazzano, like the other hamlets of Massa Lubrense, is famous for its excellent gastronomy. Here you can taste the typical products of our land and try the traditional dishes.

On the occasion of the patronal feast of SS. Salvatore, on August 6th, the Fiordilatte Festival is held in the village of Schiazzano. Fiordilatte is another of the typical cheeses produced in the Massa Lubrense area. During the festival you can taste a great variety of local cheeses, which can be enjoyed plain or in traditional recipes, where they are used as the main ingredients.

In particular, the village is known for the production of Provolone del Monaco (= monk’s provolone), a specialty of the many dairies in the area.

Who is the “monk”?

This cheese has been produced since 1700 when, following the urban expansion of the city of Naples, the shepherds who lived on the Vomero moved to the Lattari Mountains and began to exploit the large pastures of the area.

Provolone del Monaco was produced in our lands and transported to Naples by sea. During their journey the transporters, to protect themselves from the cold and humidity, used to cover themselves with a large cloak similar to the one worn by the monks. Since then, the people who worked at the port of Naples began to call the transporter “Monaco” (= monk) and his cheese “Provolone del Monaco”.

The cheese is obtained with a more cooked curd than the caciocavallo. Maturation is slow and does not require the addition of preservatives or enzymes. The seasoning, which can also take place in the cave according to the production disciplinary, starts from a minimum of six months. There are many companies that, from Vico Equense to Massa Lubrense, have formed a protection consortium bringing this product to national and international attention.


  • -

Typical Easter dishes in Massa Lubrense

Category:Blog,Festivals Tags : 

written by Eleonora Aiello

Massa Lubrense is known not only for its cultural, historical and landscape resources, but also for its gastronomy. In particular, given the imminent arrival of Easter, we will go and see which are the main dishes of the Easter tradition in this area.

Salty “casatiello”

Casatiello, a name that derives from the Latin caseus (= cheese), is one of the savory dishes par excellence of the Easter holidays. Inside we can find a mix of cheeses, lard, cracklings and various cold cuts. All then garnished with unshelled hard-boiled eggs that are woven into the dough as a decoration.

Casatiello guarnito con cubetti di salame, prosciutto, mozzarella e uova sode.

Sweet “casatiello”

It is a recipe that is handed down from family to family, each with its own secrets and procedures.
Compared to the salty casatiello it has a much longer and more elaborate preparation. It has a leavening process that can last for days, thanks to the use of “criscito” which in the Neapolitan dialect is nothing more than the mother yeast, which allows it to be stored for many days without losing its soft consistency.

Pastiera

It is one of the oldest Easter desserts on the peninsula. Its origins date back to pagan cults, prepared to celebrate the arrival of spring. It is a shortcrust pastry pie with a filling made of ricotta, boiled wheat, eggs, spices and candied fruit. The pastry of the pastiera is crunchy, in contrast to its soft gold-colored filling which has a flavor and scent that vary according to the aromas used. The classic version involves the use of cinnamon and orange blossom water, but this does not prevent you from trying different aromas.

Roasted artichokes

They have always been considered the classic side dish of the Easter lunch. To prepare roasted artichokes, you need large, hairless, thornless artichokes with a long, straight stem. They are flavored with oil, garlic and parsley, and then cooked directly on the coals.

Carciofi arrostiti Piatti Pasqua

The handmade Easter egg

The choice of the Easter egg as a symbol of this holiday is linked to the fact that the egg is seen as a symbol of life. All the children are anxiously awaiting the arrival of this day in order to finally be able to break the chocolate eggs and unwrap the surprise. The eggs have been made to celebrate Easter since 1850 and are used only in Italy or in countries where there are large Italian communities.

Today, the Massa Lubrense pastry shops prepare artisan chocolate eggs of all sizes and for all tastes. A gift appreciated not only by children!

Handmade Easter dove cake

It was Dino Villani, advertising director of the Milanese company Motta, who, in the 1930s, invented a dessert similar to panettone, but intended for the Easter holidays. Since then, the Easter dove cake has spread to the tables of all Italians, and even far beyond the borders of Italy. The original dough, based on flour, butter, eggs, sugar and candied orange peel, with a rich almond glaze, has subsequently taken on different shapes and variations.

Piatti del menù di Pasqua

Easter menu with traditional dishes

For those who have no idea what to cook for Easter Sunday lunch, here is a menu to take inspiration from.

  • Appetizer: casatiello, various cold cuts, cheeses and vegetables;
  • First courses: lasagna or baked pasta;
  • Second courses: lamb in the oven or mixed grilled meats with potatoes or vegetables;
  • Desserts: pastiera and chocolate eggs.

These are the typical dishes of an Easter lunch in Massa Lubrense, but nothing prevents you from being able to create a personalized menu based on your preferences.

Buon appetito!


Events Calendar

Events in December 2022

Monday Tuesday Wednesday Thursday Friday Saturday Sunday
28 November 2022 29 November 2022 30 November 2022 1 December 2022 2 December 2022 3 December 2022 4 December 2022
5 December 2022 6 December 2022 7 December 2022 8 December 2022 9 December 2022 10 December 2022 11 December 2022
12 December 2022 13 December 2022 14 December 2022 15 December 2022 16 December 2022 17 December 2022 18 December 2022
19 December 2022 20 December 2022 21 December 2022 22 December 2022 23 December 2022 24 December 2022 25 December 2022
26 December 2022 27 December 2022 28 December 2022 29 December 2022 30 December 2022 31 December 2022 1 January 2023