Tag Archives: Culture

  • -

5 unmissable dishes of local cuisine

Category:Blog,Featured,Food Tags : 

di Miriam Russo

Uno dei punti di maggiore forza del territorio è sicuramente la cucina, che, con la sua grande varietà di prodotti, è in grado di rispondere a tutti i gusti e palati, regalando un’esperienza unica e irripetibile.
Di seguito, 5 piatti imperdibili della cucina locale, che vi consigliamo di assaggiare e gustare in particolar modo dopo esservi dedicati all’esplorazione che gli intensi paesaggi di Massa Lubrense offrono.

Zeppoline di alghe
L’antipasto ideale per iniziare a conoscere la gustosa cucina locale sono le zeppoline di alghe: si tratta di frittelle di “pasta cresciuta (denominazione tipica napoletana che indica la pasta lievitata) a cui vengono aggiunte le alghe di mare. Il connubio dona un caratteristico ed unico profumo di mare. La loro semplicità le rende adatte a qualsiasi occasione e gusto personale.

Uno dei 5 piatti imperdibili della cucina locale: spaghetti alla Nerano

Spaghetti alla Nerano
Classico della cucina napoletana, nonché primo piatto che prende il nome dall’omonima frazione di Massa Lubrense, gli spaghetti alla Nerano sono quasi un simbolo del territorio locale. Sono fatti con zucchine, prima fritte e poi unite al basilico, e provolone, con varianti che prevedono anche l’utilizzo del burro e della caciotta. Anche questo un piatto semplice, ma squisito.


Ravioli alla caprese
Come alternativa, un altro validissimo primo piatto sono i ravioli alla caprese. Il trio di basilico, mozzarella filante e pomodori rende questa pietanza completa e saporita. Con la sua semplicità, ma allo stesso tempo bontà, permetterà di portare in tavola sapore e tradizione, conquistando anche i palati più difficili.

Piatti imperdibili: pesce spada alla brace, condito con sale, olio, limone e foglie d'alloro

Pesce spada alla brace
Il quarto dei nostri 5 imperdibili della cucina locale è il pesce spada alla brace. Questo secondo piatto è tra i più prelibati della tradizione. Il pesce spada ha un gusto intenso e piacevole al palato, gusto che viene esaltato dalla marinatura all’olio d’oliva, succo di limone, aglio e prezzemolo. La cottura alla griglia, poi, risalta ancor di più odori e sapori di questa ricetta semplice, ma deliziosa. Sicuramente tra i piatti più consigliati.


Piatti imperdibili: monoporzione di delizia al limone

Delizia al limone
Per concludere il pranzo ideale all’insegna del buon gusto e della tradizione, immancabile è la delizia al limone. Si tratta di un dolce delicato, caratteristica dovuta alla crema di limoncello, ma allo stesso tempo deciso, tratto distintivo dei limoni che la compongono. Questi ultimi permettono di rinfrescare, ripulire e gustare contemporaneamente. Il tutto unito a del soffice pan di Spagna, che crea le fondamenta del dolce perfetto.


Tutto questo è solo un assaggio di ciò che la terra e la cucina di Massa Lubrense hanno da offrire, un ipotetico menù per conoscere meglio i suoi prodotti e, allo stesso tempo, le sue radici. L’incontro perfetto tra bontà e storia che chiunque dovrebbe avere il piacere di scoprire.


  • -

Trekking: 10 tips for beginners

Category:Blog,Excursions,Pro Loco,Travel Tags : 

di Angela della Ventura

Intervista a Michele Palomba

Una delle attività più suggestive da fare a Massa Lubrense è sicuramente il trekking. Spesso succede che, pur volendo cominciare a camminare, si rimandi di continuo perché non si sa da dove iniziare. È proprio per questo motivo che abbiamo intervistato un esperto del settore, Michele Palomba, che ci ha fornito 10 preziosi consigli per godere al meglio di questa meravigliosa esperienza.

1. Oggetti fondamentali da avere sempre con noi

Al contrario di ciò che potremmo pensare, non serve portarsi dietro un’infinità di oggetti, spesso anche ingombranti. Basta, infatti, lo stretto necessario da tenere in uno zainetto, poiché è importante avere le mani libere per un equilibrio migliore o per aiutarci a procedere su percorsi particolarmente difficili.
Questi oggetti sono:

  • una borraccia;
  • degli snack;
  • degli occhiali da sole;
  • un cappellino:
  • un ricambio in caso di cattivo tempo o anche solo per potersi cambiare dopo aver sudato (importanti i calzini);
  • un capo caldo;
  • un capo impermeabile;
  • una torcia frontale, utile soprattutto in inverno, quando il sole tramonta abbastanza presto;
  • il cellulare sempre carico;
  • un piccolo kit di ponto soccorso;
  • i bastoncini.

2. Cosa mettere nel kit di pronto soccorso

kit pronto soccorso

In quanto a medicinali è opportuno portare con sé quelli assunti giornalmente, prescritti dal medico per eventuali patologie, o ad esempio antistaminici in caso di allergie. È molto importante non somministrare ad amici o addirittura sconosciuti i nostri farmaci personali (in particolare in questa circostanza, anche se è bene non farlo mai), soprattutto se non sono stati mai assunti prima.
Nel vero e proprio kit, che è consigliabile tenere in un sacchetto a tenuta stagna (quelli per alimenti), vanno invece inserite poche cose, ma indispensabili per le piccole ferite che ci si può causare sul percorso:

  • cerotti di differenti misure, per piccole escoriazioni;
  • disinfettante, ponendo attenzione alla dicitura “per cute lesa”;
  • garze e nastri, per medicare le eventuali ferite;
  • pinzetta per la cura personale, utile a estrarre piccole schegge dalle ferite;

Sono, ovviamente, facoltativi altri presidi medici, che è però possibile portare con sé nel caso in cui si sia qualificati per utilizzarli.

3. Abbigliamento più indicato per questo tipo di attività

Uno dei consigli più scontati, ma anche il più utile, è quello di vestire a strati con capi che, indossati da soli, non risultino particolarmente caldi o pesanti, ma che, ben stratificati, possano dare il giusto comfort al corpo in ogni momento della camminata.
Partendo dalla base, a seconda della stagione, metteremo una maglietta a manica corta o una termica a maniche lunghe; proseguendo è sempre utile, in ogni stagione, un pile, per la brezza e per le zone in ombra. Sempre in base alla stagione, uno strato ulteriore è quello composto dal piumino in inverno e dalla giacca a vento in primavera/estate , che può essere facilmente indossato o tolto a seconda della situazione esterna.
Come tessuti, sono sconsigliati il denim e quelli felpati, poiché impiegano davvero molto tempo ad asciugarsi nel caso in cui ci si sia bagnati attraversando un ruscello o a causa della pioggia.
Consigliati sono invece i tessuti traspiranti, freschi, più indicati per qualunque tipo di sport per l’asciugatura rapida e la resistenza.

4. Che tipo di scarpe indossare

Le scarpe sono l’elemento fondamentale dell’equipaggiamento di un escursionista, anche se spesso vengono bistrattate perché il loro reale valore viene sottovalutato.
Infatti è importante utilizzare sempre delle scarpe apposite per questo tipo di attività, anche su percorsi che all’apparenza risultano facili, proprio perché il loro scopo è quello di aiutarci a camminare.
All’inizio possono risultare dure, ma questa loro durezza è studiata appositamente per dare sostegno a tutto il corpo; al contrario le sneakers, o le scarpe da passeggio, con la loro cedevolezza non ci garantiscono sostegno ed equilibrio, anche se di primo impatto ci risultano più comode.
Hanno, ancora, una suola scolpita per permettere un’ottima presa su qualsiasi tipo di terreno.
Infine un consiglio, soprattutto per coloro che sono alle prime armi, è quello di acquistare scarponi alti, anche se ci sembrano inutili e troppo costosi; sono infatti studiati appositamente per attutire qualsiasi tipo di infortunio, poiché sorreggono molto meglio la caviglia rispetto a quelli bassi, avvolgendola completamente.

5. Consigli per scegliere il percorso più adatto ad ogni esigenza

Ci sono diversi modi per poter capire come soddisfare al meglio ogni nostra esigenza: ci si può, infatti, affidare sia a guide cartacee che a guide online. C’è anche la possibilità di rivolgersi a chi è più esperto, come per esempio un amico, una guida o una pro loco. Tra i consigli c’è quello di non affidarsi mai a siti dove chiunque può caricare le tracce dei percorsi, poiché non potremmo mai sapere in che condizioni è la strada da percorrere, quale sia il livello di esperienza necessario per poterlo affrontare. Altro suggerimento è quello di non affidarsi alla massa, quindi non scegliere un determinato percorso perché è, a detta d’altri, più semplice o solo perché viene scelto da molte persone.

6. Consigli su come prepararsi al meglio

Hiking in Massa Lubrense

Potrebbe essere molto utile seguire un corso base di escursionismo per avere familiarità con il gergo tecnico, per la valutazione tecnica del fondo che ci si troverà davanti, del dislivello in salita che si dovrà affrontare; questo ci aiuterà, quindi, a scegliere un percorso soddisfacente sia a livello paesaggistico, ma che soddisfi soprattutto le nostre capacità fisiche, per non trasformare questa esperienza meravigliosa in qualcosa di sgradevole.
Per quanto riguarda la preparazione fisica, chi è alle prime armi può fare passeggiate per allenare il corpo a quella che sarà la salita, ma anche semplicemente, per chi non ha la possibilità di dedicarsi giornalmente all’attività fisica, prediligere le scale all’ascensore.

7. Come controllare le previsioni meteo

Quello delle previsioni meteo è un argomento molto discusso e delicato da affrontare. Le varie applicazioni per smartphone sono un ottimo mezzo a cui affidarsi per avere un quadro generale della situazione. Però bisogna sempre ricordare che in aperta natura, e specialmente in montagna, le condizioni meteo variano repentinamente e in modo imprevisto. È infatti molto probabile che sulle vette delle montagne si verifichino temporali isolati, che sono impossibili da prevedere.
Non bisogna però demonizzare le escursioni sotto la pioggia, cosa che a volte spaventa; con le dovute precauzioni, infatti, è un’esperienza unica e molto suggestiva.

8. Come affrontare un’escursione con dei bambini

Anche per i bambini è molto bello il contatto con la natura grazie alle passeggiate in montagna. Bisogna, ovviamente, avere un occhio di riguardo in queste specifiche situazioni, soprattutto con bambini particolarmente vispi e curiosi. Alcuni dei consigli sono quelli di prediligere il periodo primaverile ed estivo, quando il meteo è generalmente più clemente, ma anche di scegliere percorsi semplici e ben ombreggiati per evitare affaticamento, infortuni e colpi di calore. Per invogliarli lo si può trasformare in un gioco, durante il quale si sentiranno piccoli esploratori, e ciò li spingerà sicuramente a voler ripetere con piacere questa esperienza e, perché no, ad amare la natura e le escursioni.

9. A chi è possibile rivolgersi per trovare compagni di avventura

Le escursioni organizzate da guide ambientali escursionistiche professioniste sono il modo migliore per iniziare, se si è da soli, anche per ricevere consigli utili sull’equipaggiamento o sulla difficoltà dei percorsi. Anche quelle organizzate da enti di promozione del territorio sono utili per fare conoscenza con altri appassionati del settore. Queste sono vere e proprie escursioni di conoscenza, volte alla scoperta del territorio e, per questo quasi sempre, molto semplici, ma altrettanto interessanti.

10. Consigli su blog o pagine escursionistiche da seguire

Blog

La pagina di Michele, “hikeandseek“, è sicuramente tra quelle fondamentali da seguire per poter immergersi completamente nel mondo dell’escursionismo. È molto utile seguire anche le varie pagine escursionistiche della regione, del comune e delle pro loco. Spesso ce ne sono anche di specifiche in base alla catena montuosa o alla zona e sono sicuramente le migliori da seguire per trovare informazioni sullo stato dei sentieri e dove vengono segnalate frane o la vegetazione particolarmente alta in un dato punto di un sentiero.

Quindi, come si è potuto constatare, l’escursionismo è un’attività adatta a tutti, grandi e piccini, esperti o meno esperti, divertente e, soprattutto, salutare per tutto il corpo.

Siete pronti a percorrere insieme a noi i sentieri più suggestivi di Massa Lubrense?


Michele Palomba

Guida escursionistica locale e collaboratore della Pro Loco Massa Lubrense



  • -

1 day travel itinerary in Massa Lubrense

Category:Blog,Excursions,Travel Tags : 

written by Miriam Russo

Massa Lubrense territory is full of surprises: panoramic views, history and beauty combine creating a breathtaking experience. In this article, we recommend you a travel itinerary for one day to discover the wonders of this place and its surroundings (more easily by car).

Massa Centro

Our journey starts from the Municipality of Massa Lubrense capital, Massa Centro. Not only will the tourist office give you all the useful information to visit the place, but here you will be able to start admiring a small part of what this place has to offer. In fact, in the main square, or Largo Vescovado, you will find one of the many churches and chapels of Massa Lubrense: the Former Cathedral Santa Maria delle Grazie. In addition, in the same place, there is the unmissable panoramic point, “il Pennino” which offers a suggestive view of the Capri and Ischia islands.

First step of our travel itinerary in Massa Lubrense and surroundings of 1 day: the Former Cathedral Santa Maria delle Grazie in Massa Centro
Panoramic point "il Pennino" in Massa Centro

Marina della Lobra

The characteristic and suggestive seaside village of Marina della Lobra is just a little farther than a kilometer from our starting point. It is a fishermen’s village that owes its name to the Church of Madonna della Lobra which surmounts it. What will immediately catch your attention are undoubtedly the colorful houses of the place and the stairway that leads directly to the sea. It is the ideal place for the first break on our journey, to enjoy a sensational view of the Mediterranean sea.

Colorful houses and small boats in the seaside village of Marina della Lobra

Termini

After having returned to Massa Centro, our travel itinerary in Massa Lubrense leads us towards Termini. Walking across Marciano, you will already be able to enjoy the panoramic points along the road. In fact, the specific rest areas on the way will allow you to take a look at the island of Capri, which gradually gets closer.
But the wonders do not end here: once in Termini, reaching the Monte San Costanzo, it will be possible to enjoy the panorama that the highest point of the Sorrento peninsula offers. After having left the car in the pine forest just below the top of the mountain, a short walk will lead you to the Church of San Costanzo. Here, a 360-degree view of the gulfs of Naples and Salerno will await you.

Panoramic point on Monte San Costanzo

Marina del Cantone

Once off Termini, the next stop we recommend you to follow is Marina del Cantone, with its beaches and gastronomic tradition. In fact, at the end of this first-morning phase of our journey, this is the ideal place to find refreshment and relax. It will doubtless be amazing to swim in its crystal clear water or to enjoy a tasty lunch based on local specialties, such as the unmissable “spaghetti alla Nerano”.

One of the wonderful beaches in Marina del Cantone

Sant’Agata sui Due Golfi

Last but not least stop of our suggestive itinerary is Sant’Agata sui Due Golfi. Its name tells us something more about its position. In fact, it is located right on the central hill between Napoli and Sorrento’s Gulfs. From there, another impressive view, in the area called Deserto, will leave you speechless: the wonderful sunset enjoyable from the Monastery of San Paolo in Deserto will conclude this travel at the limit between physical and sensory experience.

View on Church of Santa Maria delle Grazie in Sant'Agata sui due Golfi, last recommended step of the travel itinerary in Massa Lubrense and surroundings

This is how our travel itinerary in Massa Lubrense ends. We also recommend you let yourself be guided by our interactive map. This will help you discover more and more about the wonders of this place.


  • -
Pasqua

Easter traditions in Massa Lubrense

Category:Blog,Festivals Tags : 

written by Eleonora Aiello

Among the various religious traditions rooted in the culture of Massa Lubrense, there are certainly some very peculiar ones that make it unique. And it is precisely the case of the traditions of the Easter period. In this article, we will analyze the habits and rituals that most represent this area during Holy Week.

Lent

Lent (in Italian “Quaresima”) represents for Catholics a period of penance and fasting in preparation for Easter. This phase of abstinence, in the Roman rite, runs from Ash Wednesday until sunset on Holy Thursday.

Quarantana bambola di Quaresima
“Quarantana”, the doll of Lent

In the Sorrento peninsula there is an ancient custom of preparing “la vecchia” (= “the old woman”), a small doll in black clothes that, in the popular imagination, personifies “Quarantana”, a thin and skimpy old woman. Dressed in a long skirt, black handkerchief on the head, distaff, and spindle in hand, the doll is hung outside the houses. Under her skirt, she has an onion, or a potato, skewered with seven chicken feathers that act as a ritual calendar: one feather is removed every Sunday, while the last one is removed at noon on Holy Saturday.

The palm Sunday

As a first appointment, we must mention that of Palm Sunday, the day in which we remember the triumphal entry into Jerusalem of Jesus, riding a donkey and acclaimed by the crowd who greeted him As a first appointment we must mention that of Palm Sunday, the day in which we remember the triumphal entry into Jerusalem of Jesus, riding a donkey and acclaimed by the crowd who greeted him waving palm branches.

In the territory of Massa Lubrense, the palms are often replaced by olive branches, blessed in a ceremony that takes place in the church, which each faithful will decorate and embellish. Traditionally, these olive branches are adorned with the addition of small caciocavalli, locally produced cheeses, small salamis, and colored sugared almonds.

Palm branches with intertwined leaves are also used. The weaving work must be done a few days before the blessing because the palm leaves dry quickly, thin, and spoil easily. Before proceeding with the weaving, each leaf must be clean or freed from the woody part that covers it, and the leaves that are too pungent must be removed.

Domenica delle palme
Palm with olive branch

The foot-washing ceremony

But the religious rites that most distinguish this area are, without any doubt, those of Holy Thursday and Good Friday. The first recalls the institution of the Eucharist during the Last Supper where Jesus washed the feet of the Twelve Apostles. To commemorate this event, the ceremony of the foot-washing is celebrated during the Mass in Coena Domini, where the priest washes the feet of twelve people representing the twelve apostles. Furthermore, from Thursday evening the church bells will remain “tied”, that is, mute.

The processions

During Holy Week, processions of hooded people walk the streets of the town symbolically representing the passion and death of Jesus. They are distinguished from each other by the color of the garments, the times of exit and the choirs that accompany them. Two processions are held in Massa Lubrense: one starts from Torca, the other from Massa center.

All the itineraries of the processions can be found on the website processioni.com. In addition to Massa Lubrense, the processions also take place in the municipalities of Sorrento, Sant’Agnello, Piano, and Meta. 

Black procession on Good Friday

Easter and Easter Monday

Easter Sunday is announced by the sacred and solemn ringing of the bells which, finally, can be dissolved to ring in “glory”.

The following Easter Monday is called “Pasquetta”: on this day, even if there is often bad weather, families and friends use to have a nice outing with a picnic in nature.

Dates to remember

Palm Sunday: April 10th, 2022

Easter: April 17th, 2022

Easter Monday: April 18th, 2022


  • -

Omaggio alla bellezza in Massa Lubrense

Category:Blog,Events,Excursions,Featured,Pro Loco Tags : 

From June to October in Massa Lubrense the program Omaggio alla bellezza is held, a project that involves the territory with multiple free events.

Concerts in nature, themed walks, tastings, yoga and pilates classes, activities for children and much more. Promoted by the Municipality of Massa Lubrense in collaboration with local associations, the exhibition offers those who live or spend a few days in Massa Lubrense the opportunity to enjoy a wonderful area with activities that enhance its culture, history and natural beauty.

Open-air musical events return to enchant us with the fifth edition of Natura in concerto: musical performances in places with a mythical charm.

The cycle of guided walking tours proposed by the Pro Loco Massa Lubrense is part of Omaggio alla bellezza: the Passeggiate d’estate are excursions with environmental guides, with tasting of local products in farms or agritourisms.

Alla ricerca della valle perduta nella Terra delle Sirene” is the title of the proposals of the Pro Loco Due Golfi and the Massa Lubrense branch of the Archeoclub: four itineraries inspired by the lives of Ignazio Chiaiese, Torquato Tasso, Norman Douglas, Teofilo and Gianbattista Folengo.

AGAT Massa Lubrense also offers a rich calendar of excursions in the area: “Alla scoperta dei borghi” emphasizes its historic centers, monuments and religious buildings.

The program also includes activities organized by the Punta Campanella Marine Protected Area: open days to visit the park’s visitor center, canoe and snorkelling excursions to get to know our coast and sea.

For the little ones, the much appreciated Merende itineranti continue: walks for children with outdoor theater, workshops and organic snacks. There is no shortage of amusing magic shows in the squares and playgrounds of Massa Lubrense.

Throughout the summer it is also possible to take part in yoga and pilates classes outdoors: the best way to seek your own well-being in the newfound connection with the environment that surrounds us.


  • -

Fotografie in studio

Category:Blog Tags : 
https://www.massalubrenseturismo.it/galleria-virtuale/fotografie-in-studio/

  • -
PASSEGGIATE ESTATE

Summer walking tours 2020

Category:Blog,Events,Excursions,Featured,Pro Loco Tags : 
PASSEGGIATE ESTATE

INFO AND RESERVATIONS

Pro Loco Massa Lubrense

+39 081 5339021 (9:30 – 13:00)

+39 3398321201 (also via WhatsApp)

SCHEDULE:

Sunday July 12th – Urban trekking in Sant’Agnello

Meeting point: Church of Santi Prisco e Agnello, Sant’Agnello – at 18:00

Itinerary: Church of Santi Prisco e Agnello, rione Angri, Via dei Cappuccini, “Il Pizzo”

Sunday July 19th – Urban trekking in Meta

Meeting point: Basilica del Lauro, Meta – at 18:00

Itinerary: Basilica del Lauro, piazza Scarpati, Villa Giuseppina

Sunday August 2nd – The Hills

Meeting point: Church of Santa Maria delle Grazie, Sant’Agata – at 17:00

Itinerary: Sant’Agata, Prasiano, San Francesco, Acquara, Canale, Sant’Agata

Sunday August 23rd- Between sacred and profane

Meeting point: Piazza Santa Croce a Termini – at 17:00

Itinerary: Termini, Monte San Costanzo, Vuallariello, Termini

Saturday August 29th – Towards the sea

Meeting point: Church of Santa Maria delle Grazie, Sant’Agata – at 16:30

Itinerary: Sant’Agata, Santa Maria della Neve, Termini, Nerano, Marina del Cantone (rientro in autobus)


Free participation under one’s own responsibility

MANDATORY BOOKING BEFORE 20:00 THE DAY BEFORE THE TREKKING

After the booking and following anti-Covid directives, detailed regulation and a self-declaration document will be sent; the latter will have to be completed, signed and presented back to participate.


  • -

The Aragonese Castle of Annunziata reopens to the public

Category:Blog,Events,Featured,Pro Loco Tags : 

On July 6th, 2018 the Aragonese Castle of Annunziata, one of the jewels of the municipal heritage of Massa Lubrense, reopens to the public.

The Pro Loco Massa Lubrense – in collaboration with the Arciconfraternita SS. Rosario dell’Annunziata and the I. P. San Paolo – takes care of the opening.

“I am extremely happy and satisfied to be able to open a fundamental piece of the history of Massa Lubrense – says President Teresa Pappalardo. – My personal thanks go first and foremost to the Arciconfraternita, which enthusiastically adhered to the idea and with which a deep and fruitful collaboration is born, to make the place usable and welcoming. I’m thankful to the City of Massa Lubrense, which promptly responded to our request, and to the High School San Paolo with whom we have a school-work protocol that has led the student Francesco La Via to take care of the openings to the public. With the collaboration of the historian Gennaro Galano we are preparing a new brochure about the place, which we are currently translating into English to allow visitors to deepen the site, and we are drafting a series of events that will enrich the summer events season of Massa Lubrense.”

The Castle will be open from Friday to Sunday from 9.30 to 13.00 and from 17.00 to 20.00.

The hamlet Annunziata and how to get there.


Events Calendar

Events in May 2022

Monday Tuesday Wednesday Thursday Friday Saturday Sunday
25 April 2022 26 April 2022 27 April 2022 28 April 2022 29 April 2022 30 April 2022 1 May 2022
2 May 2022 3 May 2022 4 May 2022 5 May 2022 6 May 2022 7 May 2022 8 May 2022
9 May 2022 10 May 2022 11 May 2022 12 May 2022 13 May 2022 14 May 2022 15 May 2022
16 May 2022 17 May 2022 18 May 2022 19 May 2022 20 May 2022 21 May 2022 22 May 2022
23 May 2022 24 May 2022 25 May 2022 26 May 2022 27 May 2022 28 May 2022 29 May 2022
30 May 2022 31 May 2022 1 June 2022 2 June 2022 3 June 2022 4 June 2022 5 June 2022