Chiesa di Santa Croce di Termini

Località: Termini

La parrocchia di Santa Croce fu istituita nel lontano 1566 a Termini, per volere di monsignor Belloni. L’attuale chiesa di Santa Croce sorge sull’antica e consolidata struttura di Santa Croce, nota fin dal XV secolo. Ricostruita nella prima metà del XVII secolo, questa splendida chiesa si presenta con una navata unica, abbellita da un’ampia abside e da una maestosa cupola.

All’interno, si aprono quattro archi, due per lato, ciascuno custode di un altare. Sopra l’altare maggiore, realizzato in pregiato marmo, troneggia una tela di Massimo Stanzione raffigurante la Pietà, con Gesù morto ai piedi della Croce.

Nel transetto destro, dopo la sagrestia, si erge l’altare marmoreo della Vergine del Rosario, eretto nel 1867 dalla omonima Congregazione. Questo altare, prima della ristrutturazione della chiesa, era dedicato a San Cataldo e ospitava temporaneamente la celebre reliquia, ora venerata nella Cattedrale. Un altro altare, risalente al XV secolo, fu inizialmente abbandonato, ma successivamente ricostruito e ora è dedicato alle anime del Purgatorio.

Nel transetto sinistro, all’ingresso della chiesa, si trova l’antico altare che esisteva prima della costruzione della nuova chiesa. Un dipinto raffigurante la Madonna e i Santi Antonio e Michele lo sovrasta.

All’ingresso della chiesa di Santa Croce si apre la suggestiva piazza, delimitata da un porticato che ne valorizza la bellezza e l’atmosfera religiosa.