Interpretazione musico-teatrale itinerante “‘O Paese Mio”

  • -

Interpretazione musico-teatrale itinerante “‘O Paese Mio”

Comincia nello scenario incantevole della Baia di Puolo il racconto itinerante del libro “‘O paese mio” di Francesco Saverio Mollo eseguito dai New Wind Ensemble e targato Pro Loco Massa Lubrense, con il patrocinio e il contributo del comune di Massa Lubrense.

Il progetto, nato da un’idea della Pro Loco, in occasione dei sessanta anni di vita dell’associazione, prevede sei incontri nei posti più belli di Massa Lubrense per raccontare, tra musica, teatro e assaggi della tradizione, i 12 canti di cui è composto il libro.

Prenderà così vita la Storia di Massa Lubrense nel senso più pieno del termine.
Il libro, edito per la prima volta dalla Pro Loco nel 1969, e di cui a breve sarà pubblicata la terza riedizione, racconta in maniera egregia storia, leggende e tradizioni del nostro territorio; dall’incontro di Ulisse con le Sirene ai tempi della rotabilizzazione del territorio. Il tutto in dialetto napoletano.

“Il libro – ci dice il presidente Pro Loco Teresa Pappalardo – è quanto di più bello scritto sul nostro territorio. Leggerlo oppure viverlo a 360 gradi con un’esperienza del genere è cogliere appieno l’anima del nostro paese. I New Wind hanno costruito ogni appuntamento sin nei minimi particolari, dalla scelta dei luoghi, che ogni volta si incastrano ai canti di Don Saverio, ai tempi di alternanza tra i canti, eseguiti con metodo teatrale, e le canzoni che di volta in volta si alterneranno tra classica, folkloristica, e napoletana; hanno addirittura pensato ad una pausa tra il recitato ed il cantato dove interagire con il pubblico e offrire assaggi della nostra tradizione culinaria. Tranne a Puolo, dove i ristoratori del luogo: La Tavernetta, Capuozzo, San Rafhael, Don Vito e Kontatto, hanno risposto in maniera entusiasta al nostro appello, costruendo un menù specifico che rispecchi al meglio la cucina Massese.

Sarà senz’altro una serata ricca di sentimenti e di emozioni. Proprio stamattina, tra gli altri, ho contattato il pittore Vincenzo Stinga, autore dei disegni originali del libro, per invitarlo ad essere dei nostri. Sarà un modo per ringraziare Don Saverio Mollo e Teresa Morvillo di tutto ciò che di bello hanno fatto per la nostra “patria piccirella”.


  • -

Fumetto “Massa Lubrense. Che storia è questa?!” – Secondo volume

Presentazione del secondo volume del fumetto “Massa Lubrense. Che storia è questa?! – Dal Medioevo all’indipendenza massese”

Mercoledì 7 giugno2017 alle 18 presso la Sala Consiliare del Comune di Massa Lubrense


“Massa Lubrense. Che storia è questa?!” nasce dall’idea della Pro Loco di Massa Lubrense, e che ha trovato la piena adesione da parte della locale sezione di Archeoclub d’Italia e dell’Associazione La Fenice, di dare un contributo divulgativo al territorio lubrense che fosse di facile lettura e di ampio respiro.

La scelta di legare un argomento ostico, come può essere la storia, alla presenza di disegni, lo rende facilmente avvicinabile sia dai ragazzi che da chi è attratto dalla capacità di sintesi espresse dalle rappresentazioni grafiche.

Spesso e volentieri i libri storici, soprattutto quelli inerenti la storia locale, sono privi, del tutto o quasi, di immagini che possano rendere l’idea dell’ atmosfera dell’epoca. Succede così che gli eventi, passando sotto forma di parole, non si inculchino nella mente, come invece accade con l’ausilio delle immagini. Come in quest’opera!

Gli episodi che compongono la nostra storia patria sono, grazie alla “penna” magistrale del Prof. Domenico Palumbo e alla bravura grafica di Bemarking, stralciati e lanciati come pezzi di un puzzle che, magicamente, compongono le personalità, le motivazioni, le contaminazioni  e le forze che muovono l’ intera evoluzione. Una vicenda, un personaggio fissano alla perfezione un periodo con gli usi me costumi di quell’epoca specifica.

Stà al lettore recuperare dalla memoria quei passaggi chiave che hanno determinato l’unicità del luogo in cui viviamo. Ed è proprio questo lo spirito principe di tutta l’opera: far fiorire in noi tutti la “curiosità” che è il vero motore della conoscenza.

A condurci “per mano” attraverso le mille peripezie che hanno connotato il nostro territorio sono sempre il mulo Faticò, che incarna alla perfezione vizi e virtù di una visione “materiale” sulla vita e il merlo “Merlounpò” che cerca in ogni modo di ricordare all’amico che la vita è fatta anche e soprattutto di ricerca e conoscenza che sono alla base di una vita non ricca ma “piena”.

A. Teresa Pappalardo – Pro Loco Massa Lubrense

Stefano Ruocco – Archeoclub D’Italia

Domenico Palumbo e Franco Simioli – Ass. Massa Lubrense La Fenice


  • -

A Napoli sulle tracce dei Massesi – Passeggiate di primavera

Si conclude a Napoli il ciclo delle “Passeggiate di primavera” organizzate dalla Pro Loco Massa Lubrense con il patrocinio e il contributo del Comune di Massa Lubrense – Assessorato al Turismo.

L’appuntamento è per domenica 28 maggio per una gita tanto bella quanto inusuale: andremo alla ricerca dei luoghi e e delle persone massesi che hanno dato lustro alla città partenopea.

Per scoprire i luoghi massesi a Napoli si partirà proprio da Massa centro; è infatti nell’ex Cattedrale Santa Maria delle Grazie che si trova la testimonianza più bella e più significativa del legame tra Massa e Napoli: il pavimento del Chiaiese che raffigura, già secoli addietro, sia il porto di Massa Lubrense che calata Porta di Massa a Napoli; questa testimonianza sembra far da suggello all’importanza che il commercio massese rivestiva nella città partenopea.

Dopo la breve visita alla Chiesa partiremo alla volta di Napoli: alla Porta di Massa, e da quì andremo sulle tracce dei massesi.

Il primo luogo che visiteremo è la Chiesa di San Pietro in Vinculis, oggi abbastanza malridotta. Fu fondata nel XV sec. e, nel 1500, restaurata ad opera di Lucio Giovanni Scoppa, oriundo massese e celebre matematico. Questa istituzione divenne anche luogo di riunione del Pio Monte dei Poveri di Massa ed ebbe, tra l’altro, l’ importante compito di finanziare il riscatto dei massesi che furono deportati dai Turchi nel 1558; in quell’ occasione aitò anche il Comune( che allora si chiamava Università) a rinforzare le difese murarie.

Proseguiremo poi lungo via Bartolomeo Capasso dove sorgeva uno dei monasteri più grandi del Mezzogiorno: quello dei Santi Severino e Sossio. Fù costruito nel X sec. Una parte dell’edificio è adibito, dal 1835, all’Archivio di Stato, diretto a lungo da Riccardo Filangieri, ma la nostra attenzione si focalizzerà sulla Chiesa, costruita sulla fine del 400, ed eccezionalmente aperta dal Touring Club, dove troveremo tracce dei massesi sia nelle opere che nelle lastre funerarie.

La nostra visita terminerà poi al Duomo di Napoli dove, nella Cappella del Tesoro di San Gennaro spicca l’ opera di un grande artista massese: Gian Domenico Vinaccia, autore del paliotto argenteo dell’ altare della cappella. Il paliotto raffigura, in argento puro, tre scene del Santo Patrono di Napoli: la decollazione, la traslazione delle ossa del Santo da Monte Vergine a Napoli, la raccolta, ad opera di una donna, del sangue miracoloso. Pare che lo stesso Vinaccia si sia autoritratto in una delle scene.

Questa volta ad affiancare Romina Amitrano e Amalia Guarracino in quest’avvincente viaggio, che tocca solo alcuni dei luoghi massesi, in quanto l’intera città è ricca di testimonianze, un “Cicerone” d’eccezione, un vero innamorato e cultore dei luoghi e della storia lubrense: Gennaro Galano, laureato in storia e dirigente Archeoclub.


  • -

Alternanza scuola-lavoro A.S. 2016

Dopo la collaborazione dello scorso anno, che ha portato alla realizzazione della brochure “Massa Lubrense-Il paradiso e’ qui”, anche quest’ anno, con Prot n 2124 del 25/05/2016, torna la convenzione di alternanza scuola-lavoro tra l’ Istituto Polispecialistico S. Paolo e la Pro Loco Massa Lubrense.
Dodici stagisti della classe III della succursale di Massa si alterneranno,nel mese di Giugno, al desk a loro dedicato nella sede di Viale Filangieri per cimentarsi nell’ attivita‘ di front-office e partecipare fattivamente alle attivita’ dell’ Associazione.

MASSA LUBRENSE PRO LOCO SCUOLA
Quest’ anno,oltre alle consuete attivita’, verranno attivati,grazie alla sinergia con Enti, Istituzioni e Associazioni presenti sul territorio, due nuovi percorsi.
Il primo iniziera’ quest’ estate e ci auguriamo possa proseguire all’ interno del prossimo a/s, e consentira’ agli alunni di analizzare al meglio la sentieristica massese, con approfondimenti di esperti su individuazione,mappatura ed orientamento di numerosi tracciati.
Il secondo percorso,che ha avuto inizio oggi pomeriggio, consentira’ ai ragazzi, grazie alle consorelle del SS. Rosario, al consigliere Pietro di Prisco e alle magistrali spiegazioni del Prof Domenico Palumbo,vice Presidente Archeoclub, di sviluppare le nozioni ricevute sul Conservatorio e su Ignazio Chiaiese per la produzione di una brochure in lingua italiana ed inglese. Questo lavoro vedra’ poi i tirocinanti impegnati durante i giorni della festivita’ dei SS. Pietro e Paolo nell’ attivita’ di “guide” all’ interno degli spazi messi a disposizione dal Conservatorio.
La realizzazione del tirocinio non comporta obblighi finanziari, ma consente ai ragazzi una formazione professionale e culturale e,nello specifico, consentira’ loro di essere parte integrante nell’ accoglienza turistica, consolidando cosi le conoscenze teoriche con la pratica utile ad una comunicazione di successo delle tematiche turistiche e culturali.
O,per meglio dire, prendendo in prestito le parole del Prof Palumbo:” Siate i custodi del territorio e delle bellezze in esso racchiuso, affinche’ un domani possiate tramandare ad altri cio’ che oggi apprendete”.

CHIAJESE - Maioliche SS Rosario Monticchio Massa Lubrense

 


  • 1

Visita guidata alla mostra “Mito e Natura”

Il Ninfeo di Pipiano arriva al Museo Archeologico Nazionale di Napoli con la mostra “Mito e Natura. Dalla Grecia a Pompei”.

La mostra, che si svolge tra il Museo Archeologico di Napoli e gli Scavi di Pompei, racconta la natura nei suoi vari aspetti, in stretto rapporto con l’intervento dell’uomo: comporre giardini era una vera arte, in stretto dialogo con le pareti affrescate e gli oggetti che arredavano gli ambienti.

Domenica 1° maggio 2016 si parte alle ore 7:00 da Largo Vescovado a Massa centro per la visita guidata all’intera mostra. Ci accompagna il Dott. Lucio Esposito, studioso di beni culturali e grande conoscitore della storia e dell’archeologia locale.

La prima tappa è il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dove i cortili interni tornano a fiorire ispirandosi al mondo romano. A impreziosire la mostra è proprio il nostro “Ninfeo di Pipiano“: fa parte dell’esposizione il segmento di sinistra del ninfeo a mosaico, appartenente a una villa marittima di età giulio-claudia (50-55 d.C.) e rinvenuto a Marina della Lobra.

La pausa pranzo è al Ristorante Tiberius di Pompei: pizza a scelta tra margherita, capricciosa, marinara, bianca con mozzarella e prosciutto cotto; acqua minerale e una bibita o birra inclusi.

La visita continua agli Scavi di Pompei, attraverso il nuovo itinerario con tappa in sei domus in cui sono stati ripristinati gli antichi giardini.

Il Ninfeo di Pipiano

Dal catalogo “Mito e Natura”

Il ninfeo a mosaico, scoperto tra il 1980 e il 2001 nella località Marina della Lobra di Massa Lubrense, rappresenta uno degli esempi meglio conservati in Campania di tipo “a facciata”, che faceva parte di una villa a terrazze gardante sul mare, abbellita nel I secolo d.C., con giardini e fontane, come le vicine ville di Agrippa Postumo, di Pollio Felice e quella di Capo di Massa. La metà destra del monumento è ricostruita nel Parco del Museo Archeologico Territoriale della penisola sorrentina Georges Vallet a Piano di Sorrento, mentre qui si prestano le sei nicchie del lato nord-ovest. Le murature in opera reticolata, le pomici e le ceneri del 79 d.C. che avevano ricolmato parte degli elementi dell’alzato e quello che resta della vasca (natatoio) lunga 25.50 e profonda m.1.20 forniscono dati significativi per la datazione della struttura e del suo definitivo abbandono.
Il prospetto architettonico di fondo si articola in 12 nicchie disposte 6 per parte, ai lati della cascata centrale che scivolando su 5 gradini , alimentava la piscina, al centro della quale si conservava la base rivestita di lastre di marmo di una fontana. Le nicchie misuravano in altezza circa 2.70 per cui la superficie complessiva rivestita a mosaico è di circa mq 100.8. Il fronte mistilineo delle nicchie si sviluppa per la lunghezza di circa 25 m, alternando grandi esedre sulle pareti di fondo dalle quali si aprono altrettante absidi e nicchie minori rettangolari, un cornicione aggettante coronava superiormente la struttura in modo da proteggere le parti musive.
Il mosaico è realizzato con tessere di pasta vitrea di blu egizio e di calcari policromi;le partizioni dei campi decorati sono ottenute da gusci di cardium eduli e di murex brandans .
Nelle lunette si alternano rappresentazioni di tortore o colombe davanti a coppe e ciste e animali accosciati, mentre i soffitti ospitano tondi con busti di divinità. Ai lati della cascata si trova la rappresentazione di fondali marini, con aragoste, cernie,scorfani , seppie e altri pesci tipici del Mediterraneo.
La decorazione è inquadrabile nella fase iniziale del quarto stile, tra la fine dell’età claudia e l’inizio dell’età neroniana; accanto a elementi del terzo stile, riconoscibili nelle vedute di giardino, sono presenti i bordi di tappeto, il medaglione con cigni, pinakes con mostri marini, i tripodi sormontati da cigni e candelabri dorati propri delle esperienze formali del IV stile.
Confronti puntuali si ritrovano nella rappresentazione del giardino popolato di uccelli del ninfeo a mosaico del triclinio della casa del Bracciale d’Oro a Pompei, che risponde ad analoghi modelli per resa degli alberi dietro la transenna a incannucciata e l’uso delle medesime sfumature di colore per le foglie.
Per lo stato di conservazione della decorazione musiva e per l’unicità dell’articolazione architettonica, questo ninfeo aggiunge un dato importante allo studio di tali strutture presenti nelle ville marittime della Campania di età imperiale, inoltre per l’ampia estensione della superficie a mosaico, il ninfeo di massa Lubrense rappresenta un documento unico. Le grandi ville campane, comprese quelle dell’area vesuviana e con l’eccezione della Villa di Lauro di Nola, non hanno restituito esempi di ninfeo “a Facciata”, i cui modelli sono da ricercare in Oriente e in Grecia, nell’architettura ellenistica delle grandi facciate scenografiche alle quali si è ispirata anche l’architettura degli edifici teatrali e quella dei grandi monumenti funerari.

 


  • 1
Minerva Lubrense 2016

Concorso Letterario Minerva Lubrense 2016

Minerva Lubrense 2016Regolamento

La Pro Loco Massa Lubrense indice il concorso letterario Minerva Lubrense, a partecipazione gratuita, indirizzato agli alunni delle classi “1° media inferiore” dell’Istituto Comprensivo Statale Luigi Bozzaotra e dell’Istituto Comprensivo Statale Pulcarelli Pastena con le seguenti modalità:

Territorio: Comune di Massa Lubrense.

Durata: Il concorso termina il 15 Maggio 2016. Comunicazione dei vincitori entro il 31 Maggio 2016.

Destinatari: Alunni delle classi “1° media inferiore” dell’Istituto Comprensivo Statale Luigi Bozzaotra e dell’Istituto Comprensivo Statale Pulcarelli Pastena.

Premi: I vincitori, tre per ogni plesso scolastico, per un totale di sei, riceveranno come riconoscimento una medaglia ed un buono spendibile presso determinati esercizi commerciali.

1. Finalità del concorso

Il concorso si pone come obiettivo primario quello di costituire una degna conclusione di un corso di scrittura creativa a cui hanno partecipato i suddetti alunni. Sfruttando come base le tradizioni e la mitologia legata al territorio di Massa Lubrense o la semplice conoscenza geografica dei suoi luoghi caratteristici, i concorrenti sono chiamati a scrivere un racconto che metta in luce la propria fantasia ed originalità.

2. Modalità di partecipazione

La richiesta di partecipazione al concorso è gratuita, ed è considerata automaticamente accettata alla ricezione da parte degli incaricati dell’elaborato, accompagnato dai dati anagrafici del concorrente.

I dati dell’autore dovranno essere forniti tassativamente in un documento separato al fine di non influenzare in alcun modo la giuria e dovranno essere:

  • Nome
  • Cognome
  • Data di nascita
  • Classe ed istituto di appartenenza
  • Titolo dell’opera

In caso di più opere con lo stesso titolo, al fine di garantire la corretta associazione tra autore ed elaborato saranno scelti altri criteri di identificazione, diversi caso per caso

Il termine ultimo per la presentazione delle opere è il 15 Maggio 2016.

Ogni autore può partecipare con un solo racconto.

 

Esempio di richiesta di partecipazione (i dati dell’esempio sono fittizi).

Nome: Mario

Cognome: Rossi

Data di nascita: 10/12/2007

Classe di appartenenza: 1° A IC Bozzaotra

Titolo dell’opera: Il mare

3. Caratteristiche delle opere

Le opere, per essere ammesse al concorso, devono:

  • Rispettare la lunghezza minima di 2.500 caratteri spazi inclusi;
  • Essere scritte in italiano;
  • Devono contenere un chiaro riferimento a Massa Lubrense. Uno dei due seguenti vincoli è sufficiente per considerare rispettato questo punto:
    • Racconto ambientato a Massa Lubrense o in un luogo fantastico ma ad essa facilmente riconducibile
    • Presenza di una o più figure tratte da miti, leggende e folklore locale

Non vi è alcuna limitazione relativa allo stile di carattere utilizzato né per la sua dimensione.

4. Valutazione delle opere

La valutazione delle opere si svolgerà tramite giuria.

Concluso il periodo di tempo per l’invio dei racconti, essi saranno consegnati integralmente alla giuria privi dei riferimenti all’autore.

La giuria, è composta da:

– Prof. Luigi Sigismondi

– Prof. Gennaro Pappalardo

– Dott. Gianni Terminiello

Ogni elemento può emettere un giudizio indipendentemente dagli altri ed in piena autonomia. Tale giudizio si configura come un numero da 1 a 100, dove 1 rappresenta il minimo e 100 il massimo del gradimento.

I Giurati assegneranno il giudizio in modo diretto e, se lo riterranno opportuno, potranno indicare le motivazioni della loro scelta.

Le opere saranno poi inserite in due apposite classifiche ordinate in base alla somma delle tre valutazione ricevute e distinte a seconda dell’istituto di provenienza degli autori.

In caso di totale parità nelle valutazioni dei Giurati, avrà la precedenza il racconto presentato dall’autore più giovane.

5. Individuazione dei vincitori

Si considerano vincitori tutti i racconti che ricopriranno le prime tre posizioni delle due classifiche.

6. Premi

1° premio Buono Edo System € 50,00

2° premio Buono Luma Sport € 30,00

3° premio Buono Luma Sport € 20,00

7. Esclusione dal concorso

Saranno esclusi dal concorso, anche durante la fase di valutazione:

  • Tutte le opere inviate nel mancato rispetto delle regole del punto 3
  • Tutti i racconti non originali che quindi saranno considerati plagi di altre storie già esistenti

8. Diritto d’autore

La titolarità del diritto d’autore delle opere rimane ai rispettivi autori, ma l’eventuale pubblicazione sulle pagine del sito web www.landeincantate.it degli elaborati migliori vincola la diffusione del racconto ai termini della Licenza Creative Common (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/deed.it – La licenza Integrale è visionabile a questo indirizzo: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/it/legalcode).

9. Informativa sulla privacy

Ai sensi della legge sulla “Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali”, si dichiara che la raccolta e il trattamento dei dati dei partecipanti al suddetto concorso è finalizzata unicamente alla gestione del Concorso Letterario Minerva Lubrense.

Con l’invio del materiale letterario e dei dati personali, l’interessato acconsente automaticamente al trattamento dei propri dati personali.

Tutti i dati saranno comunque trattati secondo la normativa e nel rispetto del d.lgs 196/03 secondo i principi di correttezza, liceità e trasparenza nella tutela della privacy.

 


  • -
Fumetto Massa Lubrense - Ulisse e le sirene

Fumetto Massa Lubrense… che storia è questa?!

Fumetto
Massa Lubrense… che storia è questa?!

Preistoria, miti e periodo greco-romano

Fresco di stampa il primo numero di Massa Lubrense… che storia è questa?!, una collana di cinque volumetti che conduce i suoi lettori in un affascinante viaggio tra i miti e la storia della nostra terra, particolarmente ricca di tracce del passato da scoprire e visitare.

La collana si suddivide nei seguenti periodi storici:

  1. Preistoria, miti e periodo greco-romano
  2. Medioevo e cristianizzazione
  3. 1550/1600
  4. 1700/1800
  5. 1900 ed età contemporanea

Il volume Preistoria, miti e periodo greco-romano si incentra sull’arco temporale che va dall’età preistorica – con i primissimi insediamenti umani in penisola – all’eruzione del Vesuvio del 79 d. C. – tristemente nota per la distruzione della città di Pompei.

Fumetto Massa Lubrense - Ulisse e le sireneProtagonisti del racconto e del fumetto sono quei personaggi – come il mulo massese, le sirene alate, Ulisse – che via via sono entrati a far parte dell’immaginario lubrense. La storia ruota intorno agli eventi che hanno segnato l’evoluzione della Penisola Sorrentina, ed evidenzia i reperti archeologici che il tempo ha conservato fino ad oggi. Un’attenzione speciale, inoltre, è riservata ai luoghi visitabili percorrendo il nostro territorio, indicati nella cartina della Penisola Sorrentina che compendia l’opera.

Fumetto-Massa-Lubrense-CopertinaIl fumetto Massa Lubrense… che storia è questa?! è disponibile presso la Pro Loco Massa Lubrense.
Per sostenere il progetto, si richiede un piccolo contributo a partire da € 3,00.

 

Il progetto è stato ideato dalla Pro Loco Massa Lubrense e realizzato – in collaborazione con l’Associazione Culturale La Fenice e l’Archeoclub di Massa Lubrense, e con il contributo del Comune di Massa Lubrense – su testi di Domenico Palumbo e disegni e grafica di Bemarking.


  • -

Presentazione del fumetto Massa Lubrense… che storia è questa?!

fumetto massa lubrense che storia è questa 1 numero 2016

Presentazione del fumetto MASSA LUBRENSE… CHE STORIA È QUESTA?! (1° numero)

Venerdì 18 Marzo 2016, ore 17:00, Sala Consiliare del Comune di Massa Lubrense

Le associazioni Pro Loco Massa Lubrense, Archeoclub Lubrense e La Fenice presenteranno il primo numero dell’opera “Massa Lubrense… che storia è questa?!”.

Il lavoro nasce dalla volontà di ripercorrere la storia antica del territorio massese ricorrendo a una strategia comunicativa in grado di coinvolgere e affascinare sia i lettori più piccoli, sia coloro che non prediligendo letture lunghe e pesanti non si sono, fino a questo momento, mai interessati di storia locale.

L’opera comprende cinque volumetti, corrispondenti ai seguenti periodi storici: Preistoria, miti e periodo greco – romano (il numero che verrà presentato venerdì 18), Medioevo e Cristianizzazione, 1550/1600, 1700/1800 ed infine 1900 ed età contemporanea.

Il Sindaco Lorenzo Balducelli, il Vicesindaco Giovanna Staiano ed i Consiglieri Maria Cacace, Sergio Fiorentino e Marco Mosca hanno patrocinato e sostenuto l’iniziativa al fine di destinare gratuitamente l’opera agli alunni della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado degli Istituti Comprensivi ‘Bozzaotra’ e ‘Pulcarelli’.

“Massa Lubrense… che storia è questa?!” non vuole essere un manuale, bensì un atto di curiosità, un’occasione di approfondimento delle radici storiche, archeologiche e culturali del territorio, attraverso tre registri fondamentali: un racconto di fascinazione, una narrazione fumettistica e una mappa esplicativa con i luoghi in cui è possibile ancora vedere queste testimonianze.

Il progetto, opera di indiscussa novità nel panorama culturale della Penisola Sorrentina, ideato dalla Pro Loco Massa Lubrense e realizzato su testi di Domenico Palumbo e disegni e grafica di Bemarking, ha, come tutte le belle storie, una morale di fondo: … la memoria non è una cosa che si ascolta, ma una cosa che si cerca.

Tutta la cittadinanza è invitata alla presentazione.

Fumetto-Massa-Lubrense-CopertinaIl fumetto Massa Lubrense… che storia è questa?! è disponibile presso la Pro Loco Massa Lubrense.
Per sostenere il progetto, si richiede un piccolo contributo a partire da € 3,00.

 


  • -

Corso di scrittura creativa nelle scuole

corso di scrittura creativa pro loco massa lubrense 2016 Comincia a febbraio 2016 il Corso di scrittura creativa indirizzato agli alunni delle scuole medie di Massa Lubrense (I.C. Pulcarelli e I.C. Bozzaotra).

Il corso si terrà in orario curricolare e vedrà i ragazzi di Massa Lubrense impegnarsi nella scrittura di testi creativi ispirati alla storia e alla cultura della propria terra.

PROGRAMMA DEL CORSO DI SCRITTURA CREATIVA

La scrittura creativa differisce da quella “convenzionale” in quanto orientata direttamente alla creazione di racconti e storie da leggere o sceneggiare. Visto il target specifico di questo tipo di disciplina, essa si discosta in maniera piuttosto importante dal tipo di scrittura a cui sono abituati i ragazzi in età scolastica. La fantasia è un ingrediente fondamentale di questo tipo di componimenti, che siano essi di stampo realistico o fantastici e permette ai ragazzi di esprimere le proprie emozioni in maniera diversa rispetto a come sono abituati.

Unendo la mitologia e le tradizioni locali, che sono ricche di spunti per la creazione di racconti e storie, con le tecniche stilistiche di scrittura più moderne è possibile quindi avvicinare i ragazzi a questo tipo di arte in maniera interessante e divertente.

Al contempo è possibile organizzare un concorso a cui far partecipare i ragazzi con un proprio elaborato, sia su base individuale che configurandolo come lavoro di gruppo.

Obiettivi del corso

Il corso si prefigge come obiettivo principale quello di presentare ai ragazzi l’arte della narrazione come un mezzo di comunicazione orientato alla diffusione e condivisione della propria fantasia.

Insegnando loro le regole stilistiche e fornendo dei consigli adatti alla creazione di opere di narrativa realistica o fantastica, infatti, si cerca di porre i ragazzi nella condizione di sviluppare interesse verso la scrittura e la lettura sia come svago o divertimento che come sistema per esprimersi e, nei casi più favorevoli, di sviluppare una vera e propria passione.

Sfruttando inoltre il substrato storico/mitologico presente sul territorio, le lezioni saranno orientate ad una conoscenza dei miti locali ed al loro possibile utilizzo per realizzare un racconto originale. Ci si pone così anche l’obiettivo secondario di mantenere vivi miti, tradizioni e cultura locali.

Struttura del corso

Il corso è strutturato in una serie di dieci lezioni curriculari da un’ora ciascuna. Gli argomenti trattati saranno:

  • Nozioni fondamentali: logica del racconto e riepilogo grammatica
  • Regole stilistiche di base: Infodump, Show don’t tell, uso di sinonimi e similitudini, descrizioni
  • Il narratore: diversi tipi di narratore e conseguenze sul racconto
  • I personaggi: elementi di caratterizzazione per rendere i personaggi interessanti
  • Location e scenografia: scelta delle ambientazioni per la propria storia
  • Regole stilistiche avanzate: punto di vista e ritmo della narrazione
  • Organizzazione della trama: fabula, intreccio e colpi di scena

Le lezioni saranno tenute cercando di coinvolgere il più possibile i ragazzi, mostrando loro esempi pratici e facendone produrre alcuni a loro stessi.

Prerequisiti necessari

Gli aspetti tecnici della scrittura creativa presuppongono una conoscenza discreta delle regole di scrittura di base quali:

  • Uso corretto della punteggiatura
  • Uso corretto delle parti del discorso sia dal punto di vista dell’analisi logica che del periodo

Note del docente del corso

Il corso sarà tenuto da Alessandro Zuddas che si occupa da quasi due anni della gestione di un blog letterario incentrato proprio sulla recensione di letteratura fantastica e che fornisce consigli ad aspiranti scrittori. Contestualmente alla realizzazione del corso, il docente mette a disposizione le risorse accessibili on-line e la piena disponibilità alla pubblicazione degli elaborati migliori realizzati dagli studenti.

Il blog in questione è raggiungibile all’indirizzo internet http://www.landeincantate.it


  • -

Incontro culturale: “Anno 1558… due tragedie a confronto”

Incontro culturale:

Anno 1558… due tragedie a confronto

Massa e Sorrento (13 giugno) – Ciuitadella de Menorca (9 luglio)

A cura di Giovanni Visetti, Stefano Ruocco e Alfonso Caputo

Ristorante ‘Le Sirene’, Marina del Cantone | Lunedì 15 giugno 2015, ore 18:30

Il tema dell’incontro è quello della scorreria turca che 457 anni fa devastò e depredò il nostro territorio. Giovanni Visetti, appena rientrata da Minorca, relazionerà sulla sua indagine condotta presso l’isola delle Baleari che fu assaltata dalla stessa flotta ottomana alcune settimane dopo la Penisola Sorrentina.

Per approfondire l’argomento, vi invitiamo alla lettura di tre interessanti articoli scritti da Giovanni Visetti e pubblicati sul suo blog “Discettazioni Erranti”:

1558X


Search in the website

dicembre 2017
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
27 novembre 2017 28 novembre 2017 29 novembre 2017 30 novembre 2017 1 dicembre 2017 2 dicembre 2017

Accensione Luminarie-Concerto Serenvivity

Accensione Luminarie-Concerto Serenvivity

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata
3 dicembre 2017

Buon Compleanno Norman

Buon Compleanno Norman

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Accensione Luminarie-Concerto Serenvivity

Accensione Luminarie-Concerto Serenvivity
4 dicembre 2017 5 dicembre 2017 6 dicembre 2017 7 dicembre 2017 8 dicembre 2017

Buon Compleanno Norman

Buon Compleanno Norman

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata
9 dicembre 2017

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Parco delle Sirene

Mercatini di Natale - Parco delle Sirene
10 dicembre 2017

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Parco delle Sirene

Mercatini di Natale - Parco delle Sirene

Adotta una Pigotta - Unicef

Adotta una Pigotta - Unicef
11 dicembre 2017

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Magicamente Insieme III Edizione

Magicamente Insieme III Edizione
12 dicembre 2017

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata
13 dicembre 2017

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata
14 dicembre 2017

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata
15 dicembre 2017

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata

O' Re Guagliunciello

O' Re Guagliunciello
16 dicembre 2017

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Concerto di Musica Classica

Concerto di Musica Classica
17 dicembre 2017

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Mercatini di Natale - Sant'Agata

Merenda itinerante

Merenda itinerante

Presepe Vivente

Presepe Vivente

Il Pranzo di Natale

Il Pranzo di Natale
18 dicembre 2017 19 dicembre 2017

Presepe Vivente

Presepe Vivente
20 dicembre 2017

Pranzo anziani ultra/75

Pranzo anziani ultra/75

Presepe Vivente

Presepe Vivente
21 dicembre 2017

Pranzo Anziani Ultra/75

Pranzo Anziani Ultra/75
22 dicembre 2017

Merenda di Natale

Merenda di Natale

Sacro Profano-concerto

Sacro Profano-concerto
23 dicembre 2017

Mercatini di Natale

Mercatini di Natale

Tombolata

Tombolata
24 dicembre 2017
25 dicembre 2017

Commedia "Don Pascà fa acqua 'a pippa"

Commedia "Don Pascà fa acqua 'a pippa"

Concerto Lashion Banks & Gospel Italian Singers

Concerto Lashion Banks & Gospel Italian Singers
26 dicembre 2017

XXXIX Edizione della Marcialonga

XXXIX Edizione della Marcialonga

Commedia "Don Pasca' fa acqua 'a pippa"

Commedia "Don Pasca' fa acqua 'a pippa"

Commedia "Il morto è vivo"

Commedia "Il morto è vivo"
27 dicembre 2017

Tombolata per bambini

Tombolata per bambini

Commedia "Il morto è vivo"

Commedia "Il morto è vivo"

Concerto "Lo Spirito Del Natale"

Concerto "Lo Spirito Del Natale"
28 dicembre 2017

Film "A Christmas Carol"

Film "A Christmas Carol"

Commedia "Il morto è vivo"

Commedia "Il morto è vivo"

Tombolata

Tombolata
29 dicembre 2017

Commedia "Don Pasca' fa acqua 'a pippa"

Commedia "Don Pasca' fa acqua 'a pippa"

Concerto "Natale da Napoli a New York"

Concerto "Natale da Napoli a New York"
30 dicembre 2017

Escursione guidata Monte San Costanzo

Escursione guidata Monte San Costanzo

Canzone De Lo Capodanno

Canzone De Lo Capodanno

Tombolata

Tombolata

Commedia "Don Pasca' fa acqua 'a pippa"

Commedia "Don Pasca' fa acqua 'a pippa"

Commedia "Il morto è vivo"

Commedia "Il morto è vivo"
31 dicembre 2017

Canzone De Lo Capodanno

Canzone De Lo Capodanno